Bimbo di 11 anni si dà fuoco con l’esperimento di chimica. 75% del corpo ustionato


Un terribile incidente: un bimbo di 11 anni si è ustionato dopo un esperimento riuscito male. Il piccolo è stato operato nella notte dopo essere rimasto ustionato la sera del 28 maggio durante un esperimento di scienze fatto in casa, a Collegno. Trasportato d’urgenza al Regina Margherita dal 118 è stato messo in coma farmacologico per essere intubato. La prognosi è riservata. Le ustioni più gravi riguardano il torce e il volto. E’ probabile che i medici dovranno sottoporlo a un nuovo intervento già nella giornata di oggi.

Ora ha ustioni sul 60 per cento del corpo. L’incidente in cui è rimasto ferito è avvenuto ieri sera a Collegno, nella cintura di Torino, in via Gobetti 16. Il bambino era a casa con la mamma e stava svolgendo un esperimento di scienze quando è stato investito da una fiammata che gli ha ustionato tutta la parte superiore del corpo. Il bambino, che frequenta la quinta elementare a Collegno, ha usato un miscuglio di bicarbonato, sabbia, zucchero e alcol. Il mix crea una reazione chimica che dà vita a una sorta di mostro che viene soprannominato “i serpenti del faraone”. (Continua a leggere dopo la foto)









Si tratta di un esperimento che si trova facilmente anche su YouTube e di solito si può eseguire senza alcuna conseguenza. I carabinieri hanno trovato i passaggi dell’esperimento appuntati sul quaderno di scienze del bambino che aveva ricevuto il compito di svolgere un esperimento, anche se non è arrivata dalla scuola l’indicazione di svolgere proprio quel tipo di esperimento usando alcol e accendino. (Continua a leggere dopo la foto)






La cosa incredibile è che è successo sotto gli occhi della madre, intorno alle 22.30, che ha dato l’allarme e per prima lo ha soccorso. Il bambino, soccorso dai sanitari del 118, è stato trasportato in ambulanza all’ospedale Regina Margherita. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Durante le operazioni di soccorso è sempre rimasto vigile e cosciente. In via Gobetti, dove vive la famiglia, a due passi dal municipio di Collegno, sono arrivate più ambulanze della Croce Verde di Villastellone e Rivoli, i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Collegno. Non è ancora chiaro che cosa abbia innescato la fiammata che ha provocato l’incidente.

Ti potrebbe anche interessare: “Il coronavirus uccide di meno, ma ora c’è un altro problema serio da affrontare”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it