Giuseppe Conte a spasso per Roma: la battuta al barbiere (che vuole tagliargli i capelli) fa il giro della rete


Anche per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ricomincia un po’ di vita normale, dopo l’allentamento delle misure restrittive per contenere la malattia del momento. Il premier ha deciso di fare una passeggiata nella capitale Roma, precisamente nel centro cittadino. Prima di recarsi a Palazzo Chigi ha voluto fare il suo ingresso all’interno di alcune botteghe che finalmente hanno potuto alzare le saracinesche dopo il lockdown. E diversi lavoratori si sono avvicinati a lui.

In particolare, hanno voluto salutarlo e dirgli grazie per il lavoro che ha svolto finora. Successivamente, ha avuto luogo un siparietto davvero esilarante. Infatti, un barbiere di via in Lucina gli ha fatto una proposta: avrebbe voluto tagliargli i capelli, ma Conte ha immediatamente risposto con una battuta: “Grazie, ma lo faccio da solo”. Non è la prima volta che il presidente del Consiglio faccia un’uscita simile sulla sua capigliatura. Già in passato aveva rilasciato dichiarazioni simili. (Continua dopo la foto)









In un’altra circostanza il capo dell’esecutivo aveva annunciato che si era tagliato i capelli in solitaria. Decise di fare questa uscita, quando qualcuno gli fece notare che la sua capigliatura fosse impeccabile, nonostante i barbieri fossero chiusi. Ma, gag a parte, Giuseppe Conte è anche rimasto a parlare in maniera seria. Ha chiesto infatti come stesse andando la situazione, dopo le aperture effettuate in queste ore. E i titolari delle attività commerciali hanno detto la loro. (Continua dopo la foto)






Dunque, è entrato nello storico locale di via in Lucina, poi si è incamminato ancora ed è entrato in un’enoteca, in una piadineria e in un bar. In quest’ultimo locale alcune persone gli hanno domandato se desiderasse bersi un caffè. E a quel punto è arrivata un’altra battuta: “Confesso che oggi sono senza soldi”. Dopo essersi fermato un attimo, ha ripreso a passeggiare insieme ai suoi uomini della scorta. Numerosi i giornalisti che lo hanno seguito lungo il suo percorso. (Continua dopo la foto)



Ieri Conte aveva dichiarato: “Oggi entriamo a pieno regime nella Fase 2, ci inoltriamo con fiducia e responsabilità nella strada che ci conduce al ripristino delle ordinarie attività di vita sociale ed economica. Il Paese si sta rimettendo in moto, in maniera prudente e ordinata, seguendo le indicazioni del governo. Tanti cittadini, tanti pendolari, ogni giorno prendono il bus, la metro, il treno, per recarsi o tornare dal lavoro. Nostro dovere è ridurre queste difficoltà”.

“Mesi duri”. Conte mette in guardia il paese: “Ma faremo il possibile”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it