Coronavirus, mai così pochi morti: crolla anche il numero dei contagi


Il numero di vittime quotidiane con il coronavirus in Italia torna sotto quota 100, per la precisione 99, per la prima volta dal 9 marzo (quando furono 97 le vittime). Una buona notizia che si aggiunge al fatto che oggi non si registrano vittime nelle Marche, in Sicilia, Calabria, Molise, Basilicata e in provincia di Trento. I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 749 persone, 13 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 10207 persone, 104 meno di ieri. In isolamento domiciliare 55597 persone (-1681 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 99 persone (ieri le vittime erano state 145), arrivando a un totale di decessi 32007. Era dal 7 marzo che i morti non erano meno di cento. I guariti raggiungono quota 127.326, per un aumento in 24 ore di 2.150 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2.366 persone). Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1.798 unità (ieri erano stati 1.836) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 451 (ieri 675). Intanto, arriva una bella notizia. La società biotech statunitense Moderna ha annunciato – in anticipo rispetto alla tabella di marcia – i risultati promettenti dei primi test di sicurezza sull’uomo del suo candidato vaccino, in fase di sviluppo in collaborazione con il Niaid, l’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive guidato dal virologo Anthony Fauci. L’azienda ha anche illustrato un piano per un ampio studio clinico “a luglio”, per dimostrare l’efficacia del prodotto in sperimentazione. Continua dopo la foto









La società ha riferito che in otto pazienti, seguiti per un mese e mezzo, il vaccino a dosi basse e medie ha innescato livelli ematici di anticorpi specifici simili o superiori a quelli riscontrati nei pazienti guariti. Il plasma ricco di anticorpi donato da pazienti guariti viene testato separatamente per determinare se si tratta di una terapia efficace per Covid-19. Inoltre candidato vaccino avrebbe finora dimostrato di essere sicuro e ben tollerato, a parte il rossore nel sito di iniezione per un paziente e alcuni sintomi sistemici in tre pazienti trattati con la dose più alta, ha spiegato l’azienda. Continua dopo la foto






I dati provvisori annunciati oggi arrivano da una sperimentazione clinica volta a dimostrare la sicurezza del vaccino sperimentale e a selezionare la dose corretta. Al momento non sono stati dati dettagli circa le dimensioni o la durata del grande studio che inizierà a luglio, che sarà cruciale per stabilire se il vaccino è sicuro ed efficace. Continua dopo la foto



 


“Siamo molto, molto felici perché per prima cosa il vaccino è risultato generalmente sicuro”, ha dichiarato Stephane Bancel, amministratore delegato di Moderna. Ma ad essere davvero “eccitante – ha aggiunto – è stato il fatto di trovare anticorpi in quantità sufficienti” per prevenire la malattia nei volontari. I dati sugli animali e sull’uomo diffusi finora dalla società non sono ancora stati pubblicati.

Ti potrebbe interessare: Giorgia Palmas, nozze rimandate con Filippo Magnini. Ma si fa vedere in abito da sposa: stupenda! Foto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it