Coronavirus, l’Italia riapre i confini con l’Unione Europea: ecco la data


Fumata bianca col governo, le Regioni sono pronte a ripartire. I governatori esprimono soddisfazione dopo il confronto con l’esecutivo in vista del 18 maggio. “Dopo una giornata di pressante e stressante lavoro, ne siamo venuti a capo, c’è un’accettazione e una condivisione del protocollo messo a punto dalle Regioni, ora il premier Giuseppe Conte porterà questa intesa in Cdm, un’intesa che ci permette di essere operativi e ci mette subito nelle condizioni di aprire da lunedì”, dice all’Adnkronos il governatore Veneto Luca Zaia, annunciando l’accordo raggiunto tra governo e Regioni.

“Ora – precisa – attendiamo la formulazione giuridica del dl, e conseguentemente, da governatore Veneto, provvederò alle ordinanze per le aperture già domani. Se si concretizzerà nell’atto finale del Cdm, considero assolutamente positivo il lavoro fatto negli interessi dei cittadini e delle imprese”. Anche la preoccupazione per le responsabilità penali che potrebbero ricadere sulle Regioni, “viene risolta con una nuova formulazione giuridica del decreto”. (Continua a leggere dopo la foto)









“Accordo pieno con il Governo sulla fase di partenza che prende il via il 18 maggio. Il Presidente del Consiglio, nelle more del Consiglio dei Ministri impegnato nell’approvazione del decreto legge che disciplinerà il regime delle nuove aperture dal prossimo lunedì, ha espresso un primo orientamento positivo sulla proposta avanzata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che coniuga responsabilità, sicurezza, flessibilità e autonomia”, afferma il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. (Continua a leggere dopo la foto)






E se il 18 marzo le regioni sono pronte a ripartire, dal 3 giugno sarà possibile spostarsi tra le Regioni. Dal 3 giugno dovrebbero riaprire anche le frontiere italiane a tutti i cittadini Ue senza distinzioni, senza quarantena e senza autocertificazione. Resteranno invece chiuse ai paesi fuori dall’Unione europea.(Continua a leggere dopo la foto)



 

I ministri degli Esteri di Italia e altri otto Paesi Ue si riuniranno lunedì in videoconferenza per avviare il processo di coordinamento sulla riaperture graduale delle frontiere interne per rilanciare il turismo.

Coronavirus fase 2: il ministero della Salute spiega come si andrà dal dentista

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it