Walter Ricciardi, ogni giorno in tv a parlare di coronavirus. Che faceva prima di diventare medico


Il passato insospettabile di Walter Ricciardi. Il consigliere del ministero della Sanità durante l’emergenza Covid-19, che rappresenta l’Italia nel comitato esecutivo dell’Oms dal 2017 e continuerà a farlo fino al 2020, in passato era un attore. Proprio così. Prima di dedicarsi anima e corpo alla medicina, Ricciardi recitava.

In queste ore sono apparse sui social le sue foto tratte da diversi film: ha recitato in sette pellicole, accanto ad attrici come di Giuliana De Sio, Alida Valli Stefania Sandrelli e Maria Schneider e miti del grande schermo come Mario Merola e Michele Placido. Tra i suoi ruoli anche quello nel film L’ultimo Guappo, con Mario Merola dove interpretava Roberto Aliprandi, figlio di Don Francesco Aliprandi (Merola). (Continua a leggere dopo la foto)








L’esordio di Walter Ricciardi in televisione è arrivato da bambino quando ha partecipato alla serie televisiva “I ragazzi di padre Tobia”, trasmessa dal 1968 su Rai Uno durante “La televisione dei Ragazzi”. Poi continua la sua carriera nel mondo degli sceneggiati televisivi. Walter Ricciardi ha recitato in Dramma d’amore, Un eroe del nostro tempo, Nostra madre e La freccia nel fianco. (Continua a leggere dopo la foto)






Tra i suoi ruoli più interessanti quelli nel film Io sono mia (1978) di Sofia Scandurra, L’ultimo guappo (1978), Il mammasantissima e Napoli… la camorra sfida, la città risponde (1979) diretti da Alfonso Brescia e interpretati da Mario Merola. Walter Ricciardi ha 61 anni ed è nato a Napoli, il 17 aprile 1959. È medico e docente universitario e svolge la sua attività nell’ambito dell’Igiene e della Medicina di Sanità Pubblica. Ricciardi è infatti Professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva, già vicepreside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore dal 2012. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Ricciardi a fine febbraio è stato nominato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, consigliere per le relazioni dell’Italia con gli organismi sanitari internazionali alle prese con l’emergenza coronavirus ed è diventato uno dei consulenti scientifici per il Ministero.

 

Va a trovare il papà che sta morendo, fermato e multato dai carabinieri. Questo il motivo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it