Coronavirus: cambia il bollettino della Protezione Civile


Cambia la comunicazione dei dati giornalieri dell’emergenza coronavirus in Italia. Lo ha detto il capo della Protezione Angelo Borrelli durante la conferenza stampa delle 18: addio al bollettino giornaliero, in onda tutti i giorni alle 18 dal 22 febbraio, da quando il primo caso di Covid-19 è stato accertato nel nostro Paese.

Da lunedì non ci sarà più l’appuntamento fisso giorno per giorno in conferenza stampa, che verrà ridotto a due volte a settimana (andrà in onda il lunedì e il giovedì). I dati relativi all’emergenza sanitaria saranno comunque diramati diramati ogni giorno attraverso le piattaforme web e social della Protezione civile. (Continua a leggere dopo la foto)









“I dati sanitari ci indicano che si è alleggerita decisamente la pressione sulle strutture ospedaliere e tutto ciò ci rende consapevoli del grande lavoro svolto negli ospedali e della collaborazione dei cittadini – ha spiegato Borrelli – Per questo abbiamo deciso di rimodulare le conferenze stampa: continueremo a garantire massima trasparenza su dati ogni giorno veicolandoli sul sito, mentre due volte a settimana terremo un punto stampa”. (Continua a leggere dopo la foto)






Sono 106962 il totale dei positivi al coronavirus nel bollettino giornaliero della protezione civile. Angelo Borrelli ha snocciolato i dati nella conferenza stampa delle ore 18. I positivi al Covid-19 rispetto a ieri è di 355, numero più basso dall’inizio dell’emergenza. Prosegue il calo della pressione negli ospedali italiani. “Ci sono 2812 pazienti ricoverati in terapia intensiva – ha detto Borrelli – 124 in meno rispetto a ieri”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

I ricoverati con sintomi sono 25786 (meno 1107 rispetto al 16 aprile), mentre in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi si trovano 78364 persone, pari al 73% del totale dei pazienti positivi”. Il numero dei decessi è sempre alto: da ieri sono morte 575 persone (ieri erano state 525).“Un dato importante è quello dei tamponi eseguiti – ha spiegato Borrelli – che è di quasi 66mila”. I pazienti guariti da ieri sono 2563. Il totale dei guariti dall’inizio dell’emergenza è di 42726.

Coronavirus: addio a Carmine, il sindaco-medico. Lascia moglie e tre figlie

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it