“Addio angelo mio”. Maria Giusi muore a 19 anni dopo il parto


A volte ce lo dimentichiamo, ma si muore anche senza coronavirus, per i motivi più disparati, quelli di sempre in effetti. Stiamo parlando di una tragedia che si è consumata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Basilotta di Nicosia, in Sicilia, dove una giovane donna è morta per complicanze sopraggiunte dopo il parto avvenuto nello stesso ospedale.

Maria Giusi Marletta, una ragazza di Raddusa (Catania) di diciannove anni appena, aveva partorito apparentemente senza problemi ma poi a causa di successive complicazioni era stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva, attivato con 4 posti pochi giorni prima del parto. Dopo il ricovero avvenuto alla fine di marzo, secondo le prime informazioni riportate dai quotidiani locali, la giovane non avrebbe mai ripreso conoscenza. Poi il decesso nella notte. L’addio del padre su Facebook. (Continua a leggere dopo la foto)









“La mia guerriera tra gli angeli” – La notizia della scomparsa della mamma diciannovenne è stata comunicata dal papà Giuseppe in un messaggio sui social: “La mia guerriera è volata tra gli angeli. Giusi bella mia spero che al tuo arrivo in paradiso tutti gli angeli ti abbiano accolto a braccia aperte come gli ho chiesto io dicendogli che stava arrivando il mio gioiello più prezioso e ti abbiano steso un tappeto di rose profumate degne di una principessa la mia…ti ho dato la vita Gioia mia e per la vita ti amerò”. (Continua a leggere dopo la foto)






Secondo alcune indiscrezioni riportate dai quotidiani locali, sarebbe sopraggiunta anche una infezione respiratoria, ma la giovane non era stata sottoposta al tampone per il coronavirus e non era stato disposto il trasferimento al Covid hospital dell’Umberto I di Enna. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Una tragedia che ci ricorda ancora una volta, qualora ce ne fosse davvero necessità, che le nostre vite, nonostante il coronavirus vanno avanti, nel bene e nel male. E i nostri drammi sono soltanto messi in secondo piano da quella che è una delle crisi umanitarie e mediche più devastante da circa 70 anni.

Ti potrebbe anche interessare: Valeria Marini collegata con Barbara D’Urso da casa: non sfugge quel particolare nel suo salotto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it