Coronavirus. Azzerati i contagi, ecco le due regioni italiane che festeggiano


Il Centro-Sud ha retto al coronavirus. Il contagio non ha sfondato e il sistema sanitario meridionale non è stato messo alla prova dall’epidemia arrivata in Italia più di un mese fa. Le parole in Protezione civile di Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, allargano l’angolo su questo contenimento macroregionale: “Ci sono dieci regioni, principalmente nel Centro-Sud, in cui il numero dei decessi è inferiore alle dieci unità”.

In Molise, ieri, non ci sono stati morti attribuiti al coronavirus. Per quattro giorni i decessi non sono cresciuti: il dato è fermo a tredici. E le due province Isernia e Campobasso non hanno visto aumentare i ricoverati con sintomi: sono rimasti trenta i pazienti da certificati dagli ospedali della regione. (Continua a leggere dopo la foto)








La provincia di Isernia è stata una zona ”free coronavirus” fino 18 marzo, l’ultima a registrare un caso di contagio in tutto il Paese. Buone notizie anche dalla Basilicata, dove il bollettino regionale del 14 aprile ha registrato zero casi di contagio da covid-19. “Per la prima volta da quando la pandemia da Coronavirus ha toccato anche la Basilicata si registrano zero positivi – si legge nel bollettino -. Infatti, i 214 test effettuati per tutta la giornata di ieri hanno dato tutti esito negativo. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 265”. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ieri erano 270, ai quali vanno sottratti 4 guariti e un deceduto. Dall’inizio della pandemia sono stati effettuati n. 4759 tamponi. Il totale dei tamponi risultati negativi è 4438. Nella giornata è deceduta 1 persona a San Costantino Albanese portando il totale dei deceduti a 19”. La Basilicata, che conta 303 casi totali, dal 7 aprile non ha avuto nuovi ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali della regione. E nella giornata di lunedì 13 aprile ha avuto solo cinque positivi in più. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Il bollettino giornaliero della protezione civile ha evidenziato un calo dei positivi sa coronavirus. Angelo Borrelli ha snocciolato i dati nella conferenza stampa delle ore 18 del 14 apile. Il totale dei positivi al Covid-19 è di 104.291, con un incremento nelle ultime ore di 665. Un numero confortante e in calo, visto che ieri si erano registrati 1363 nuovi contagi.

Prosegue il calo della pressione negli ospedali italiani. “Ci sono 3186 pazienti ricoverati in terapia intensiva – ha detto Borrelli – 74 in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi sono 28011 (meno 12 rispetto al 13 aprile), mentre in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi si trovano 73094 persone, pari al 70% del totale dei pazienti positivi”. Il numero dei decessi è sempre alto: da ieri sono morte 602 persone. A oggi il totale dei deceduti è di 21067. Il totale dei guariti dall’inizio dell’emergenza è di 37130.

Coronavirus, positivi in netto calo rispetto a ieri. Ma i morti sono ancora troppi

 

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it