Multa da 533 euro al medico che combatte il Covid: “Li scalo dal ridicolo stipendio”


Brutto mattinata per un medico, Anna D’Angelillo, giovane specializzanda al Policlinico Gemelli di Roma nel reparto di malattie infettive e dunque in prima linea contro l’emergenza coronavirus. Durante il giorno libero, la dottoressa ha deciso di rimettere in moto la sua auto con la batteria scarica ricevendo aiuto da alcuni agenti della Guardia di Finanza ma dopo 150 metri, incappata in un posto di blocco della Polizia, arriva la multa di 533 euro.

Il medico ha deciso di rendere nota la vicenda scrivendo alla sindaca Virginia Raggi. La sua storia è stata riportata da Il Messaggero. Il quotidiano romano sottolinea che “chi viene pizzicato fuori senza un valido motivo becca la sanzione. Non è chiaro se il medico l’avesse con sé oppure no”, ma fatto sta che la multa è arrivata. (Continua a leggere dopo la foto)








E ora la dottoressa – in formazione specialistica proprio nel reparto in cui si assistono quotidianamente le persone affette da Covid-19 – si dice sconfortata e fa capire di voler presentare ricorso. Anna ha pubblicato la multa taggando il sindaco di Roma Virginia Raggi. “Buonasera, sono la Dottoressa Anna D’Angelillo, medico in formazione specialistica presso il reparto di malattie infettive del Policlinico Gemelli, quotidianamente impegnata nell’assistenza ai pazienti affetti da Covid-19”, scrive la giovane dottoressa nel suo post. (Continua a leggere dopo la foto)






“Accortami che la macchina non partiva ho pensato di approfittare di un giorno non lavorativo per recuperare dei cavi da un mio collega e far ripartire la macchina. Sono stata aiutata dalla guardia di finanza per mettere in moto l’auto, per poi essere multata 150 metri dopo dalla polizia nonostante abbia cercato più volte di chiarire la situazione – conclude il post – Questi 533 euro li scaleró dalla mia busta paga, già ridicola di fronte agli straordinari, ai rischi e e ai sacrifici di questi mesi”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Come descritto dalla giovane dottoressa, la sua auto non partiva e insieme a una collega, con l’aiuto di alcuni agenti della guardia di finanza, ha rimesso in moto. Ma dopo poco è incappata in un posto di blocco della Polizia, che l’ha fermata e multata.

Coronavirus, funerali e cremazioni in diretta web per l’ultimo saluto ai familiari

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it