Choc sulla nave: Carlo muore in cabina a soli 19 anni. Stava rientrando in Italia


La notizia è da choc. Un viaggio verso l’Italia che si è rivelato essere la tragica fine della vita di un giovane di appena 19 anni. Carlo Bartoli perde la vita dentro la cabina della nave su cui viaggiava di ritorno dalla Spagna. Ad attenderlo invano il padre, al porto di Genova. Ma da quella imbarcazione Carlo non è mai sceso. Infatti l’ispezione della nave è avvenuta quando ci si è resi conto che Carlo non compariva tra i passeggeri in procinto di scendere dalla nave.

Carlo Bartoli, il giovane 19enne deceduto in seguito a un malore, era originario di Porto Recanati e si era imbarcato su una nave dalla Spagna per raggiungere l’Italia. Pare che il ragazzo abbia accusato un malore dentro la cabina. Il decesso è stato accertato solo quando l’imbarcazione ha raggiunto il porto di Genova. A trovarlo senza vita sono stati il padre, il personale dell’imbarcazione e la polizia. (Continua a leggere dopo la foto).








Tutta la comunità di Porto Recanati piange la morte improvvisa del giovane. Qui, la famiglia di Carlo Bartoli è stata sempre molto conosciuta. Infatti, come si apprende da Cronache Maceratesi, suo nonno aveva fondato, tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta, una storica pasticceria in centro. Un amico del 19 enne deceduto scrive: “Carletto nostro, ora che sei lassù, dacci una mano ad uscire da tutto questo. Non ci lasciare mai, proprio come facevi contro il tuo avversario quando giocavi a basket. Non ci lasciare soli ora. Ti ricorderò sempre così scherzoso e sorridente. Già ti vedo, seduto vicino Kobe a guardare il tuo adorato Lebron giocare. Ciao Carletto, ti voglio bene”. (Continua a leggere dopo la foto).






Come riportato su Il Resto del Carlino, verso le 11 del 10 aprile, il padre Giancarlo attendeva che Carlo sbarcasse dalla nave. Il ragazzo non appariva tra i passeggeri. Dunque papà Giancarlo ha pensato di chiamarlo al cellulare, ma senza ricevere alcuna risposta. A quel punto ha allertato l’equipaggio, e poco dopo il corpo del 19 anne è stato rinvenuto all’interno della cabina, dove probabilmente ha accusato un malore letale. (Continua a leggere dopo la foto).



Il  corpo ormai senza vita di Carlo è stato rinvenuto secondo le dinamiche qui esposte. L’ipotesi più probabile è che il 19enne sia stato colto da un malore, nell’assoluta solitudine della sua cabina, da cui non è riuscito a lanciare l’allarme per un pronto soccorso che gli avrebbe potuto salvare la vita. Il ragazzo lascia il padre Giancarlo, la madre Daniela e la sorella Giulia. La comunità si unisce alla grave perdita e al dolore per la morte del piccolo Carletto.

“È l’emblema del fake che spopola sui social”. Giulia De Lellis, la ‘coltellata’ arriva dall’ex UeD: una vera bomba

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it