Come Roberta Ragusa. Nessuna traccia di Claudia: scomparsa in piena notte da più di due settimane


È uscita nel bel mezzo della notte in pigiama e ciabatte. Claudia Meini, 40 anni, è un fantasma dal 23 marzo, quando ha fatto perdere le sua tracce da Cascina, tormentata dalla paura del coornavirus. I sommozzatori hanno scandagliato l’Arno, ma di lei nessuna traccia. Non è sulle sponde del fiume, battute da Zambra fino alla foce di Marina di Pisa.

Sulla scomparsa donna è stata avviata l’attività investigativa condotta dai carabinieri e coordinata dal pubblico ministero Fabio Pelosi. Al momento non si esclude alcuno scenario dato che non è stato rinvenuto ancora un corpo senza vita. Gli inquirenti pensano che Claudia Meini, in stato confusionale, possa aver fatto un brutto incontro ed essere stata vittima di un aggressore che poi l’ha fatta scomparire. (Continua a leggere dopo la foto)








Come scrive La Nazione ‘’impossibile, ipotizzando questo copione – che, si apprende, gli inquirenti non possono escludere – non andare con la mente al mistero di Gello, una manciata di abitati più in là, verso Pisa, e a Roberta Ragusa, il cui corpo non è più stato trovato: una vicenda che la giustizia ha consegnato alla storia come delitto efferato. Ma anche un ‘cold case’ sempre in piedi’’.(Continua a leggere dopo la foto)






 “Era tormentata dal virus – dice la madre, Graziella Giani – e dall’impossibilità di vedere il figlio (avuto da una precedente relazione) con cui parlava via Skype. Non andava a trovarlo, doveva prendere il bus e aveva paura di essere contagiata. Il fatto che non si trovi nel fiume ci lascia accesa la fiammella della speranza”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

La donna, infatti, era già fuggita dalla casa che condivide con due studentesse in stato confusionale. I carabinieri la trovarono senza meta per le strade di Cascina, poi l’accompagnarono al pronto soccorso e infine a casa dei genitori, dove però riuscì nuovamente a fuggire.

 

“Minacce di morte”. Paura per l’ex dama di UeD. Lo sfogo ai fan

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it