Coronavirus: ancora troppi morti. Calano i ricoverati e i nuovi positivi


I dati dell’emergenza coronavirus comunicati dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa del 10 aprile descrivono ancora una situazione stabile. Ancora in calo i ricoverati, in terapia intensiva e non. Cresce ancora il numero dei guariti nelle ultime 24 ore: 1985

Il totale dei positivi al Covid-19 è di 98273, più 1396 pazienti positivi  rispetto a ieri. Di questi 3497 si trovano in terapia intensiva, con una diminuzione di 108 unità rispetto a ieri, 28242 sono ricoverati con sintomi (157 pazienti in meno rispetto a ieri), mentre 66534 i positivi in isolamento domiciliare con sintomi lievi.  Da ieri sono morte 579 persone (ieri il dato era 610) che porta il dato dei deceduti dall’inizio dell’emergenza a 18279. Le persone guarite dal Civid-19 sono in totale 30455 .  (Continua a leggere dopo la foto)









Proroga del lokdown fino al 3 maggio prossimo e possibile valutazione da parte del Governo della possibilità di autorizzare poche riaperture mirate, sempre nell’ambito di filiere essenziali. Una “ponderazione”, come è stata chiamata, cioè, dell’elenco delle riaperture e istituzione di un nuovo Comitato di esperti, economisti e industriali, che affiancherà il Comitato tecnico scientifico per mettere a punto una road map, una griglia di regole per prefigurare le condizioni per una riapertura progressiva anche di altri settori della convivenza civile non secondari, a cominciare dai trasporti. E’ questo a quanto apprende l’Adnkronos da fonti presenti al tavolo di palazzo Chigi, il quadro prospettato dal premier Giuseppe Conte a sindacati e imprese. (Continua a leggere dopo la foto)






La firma del nuovo Dpcm che, sostanzialmente, conferma le misure restrittive per altri 15 giorni, verrà firmato oggi da Conte. Pochissime le deroghe introdotte, tra queste quelle per le librerie e le cartolerie. Il testo non è ancora chiuso ma lo sarà nelle prossime ore, spiegano fonti di governo. Nel frattempo “è partita dal Viminale la circolare che opera una stretta sui controlli in vista del weekend pasquale #IorestoAcasa”. E’ quanto twitta il sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia a proposito dell’emergenza coronavirus. “Non vanifichiamo gli sforzi fatti fino ad ora. Continuiamo con responsabilità ed unità. Restando a casa salviamo vite umane. È fondamentale il contributo di tutti”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

In occasione delle festività pasquali, le prefetture dovranno promuovere ogni utile iniziativa per assicurare l’osservanza delle previste limitazioni riguardanti gli spostamenti all’interno dello stesso comune e tra località diverse, compreso il divieto di recarsi presso abitazioni differenti da quella principale, tra cui le seconde case utilizzate per le vacanze.

Coronavirus, Usa: le vittime nelle fosse comuni. La parentesi più disumana della pandemia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it