Tremendo schianto in autostrada, vigili del fuoco al lavoro per liberare le persone incastrate tra le lamiere


 

Grave incidente nell’Immissione della A4 a Latisana in direzione Venezia tra un’auto, due furgoni ed un mezzo pesante. Due persone sono rimaste incastrate tra le lamiere. Sul posto i vigili del fuoco e l’elicottero del 118. Da oltre un’ora i pompieri stanno cercando di estrarre le persone bloccate nei mezzi. Non è la prima volta che incidenti del genere si verificano su questa autostrada. Due giorni fa era stata chiusa al traffico in direzione Venezia, a causa di un incidente avvenuto nel pomeriggio tra i caselli di Portogruaro e San Stino di Livenza. Il traffico era stato deviato sul bypass dell’A28 Portogruaro-Conegliano. Nello scontro erano rimasti coinvolti tre mezzi pesanti, tra cui due bisarche per il trasporto di veicoli. Uno dei conducenti dei Tir era rimasto incastrato nell’abitacolo ed era stato estratto dai Vigili del fuoco. L’uomo era stato successivamente trasferito in ospedale con l’elicottero del 118. Il tratto Portogruaro-San Stino di Livenza, in direzione di Venezia, era stato quindi chiuso al traffico con uscita obbligatoria a Portogruaro. (Continua dopo la foto)







Una settimana maledetta che si era aperta domenica con un terribile incidente dove aveva perso la vita un bambino di 10 anni appena, Tommaso Candiotto. L’incidente si era verificato lungo l’autostrada A13 tra l’area di servizio San Pelagio e il casello di Padova sud, in direzione Bologna-Padova. Tommaso Candiotto, nato a Motta di Livenza e residente con la mamma ad Annone Veneto, viaggiava nell’auto del padre, Fabio Candiotto, abitante a Pravisdomini. A causa delle scarsa visibilità la Lancia Y su cui si trovavano papà e figlio è rimasta coinvolta in un incidente con una Volkswagen Polo.

(continua dopo le foto)






 



 

 

L’impatto è stato violentissimo: una delle due, un’utilitaria di colore grigio scuro, è saltata sopra ad un guardrail e vi è rimasta incastrata. Il bambino, che non indossava la cintura di sicurezza, è stato sbalzato dall’abitacolo e è morto sul colpo. Di ieri la notizia dell’iscrizione del padre nel registro degli indagati per omicidio stradale.

“Ancora non ci posso credere…”, dice lui stesso. Ha rischiato di morire in un brutto incidente aereo salvandosi per un pelo. Pochi giorni dopo, però, gli accade qualcosa di straordinario. Diventa “l’uomo più fortunato del mondo”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it