Terremoto, paura a Napoli e dintorni. Avvertito in tutta l’area


La terra continua a tremare. È accaduto questa notte alle 2.50, quando a Pozzuoli e Napoli è stata avvertita una scossa. L’Iistituto nazionale di vulcanologia ha rilevato una magnitudo di 2.9 a profondità di soli 2 chilometri. L’epicentro è stato localizzato nei pressi della Solfatara, a Pazzuoli, ma anche la città di  Napoli è stata coinvolta dalla scossa sisma, avvertendosi  nei quartieri occidentali, da Agnano e Pianura a Fuorigrotta e Bagnoli.

I cittadini sono entrati in allarme in piena notte e sono state registrate numerose chiamate al 118 da tutta l’area dei Campi Flegrei. Nonostante la paura, la scossa non ha provocato danni a cose e persone. Secondo quanto registrato dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) il sisma ha coinvolto  la provincia di Napoli, ovvero  Pozzuoli, Quarto e Bacoli, con epicentro a cinque chilometri da Pozzuoli. Anche su Twitter possono leggersi alcuni commenti da parte degli utenti che hanno avvertito la scossa. (Continua a leggere dopo la foto).








“5 Piano, Soccavo (Napoli). Letto che vibra pesantemente per diversi secondi. Se ci penso mi tremano ancora le gambe. Ma dico io, ma perché sempre di notte ???”, commenta una utente su twitter, a ancora: “Non solo sono chiusa in casa da ben trenta giorni, con crolli emotivi che mi rendono più nervosa e stressata del solito, ma mi sono pure dovuta subire una scossa che ha fatto tremare letto e mobili. Se non muoio quest’anno, non muoio più”. In particolar modo il sisma ha fatto entrare in allarme la cittadinanza residente nei pressi dei  Campi Flegrei. (Continua a leggere dopo la foto e il post).






La zona dei Campi Flegrei si trova  nel golfo di Pozzuoli, esattamente  a ovest della città di Napoli, nota fin dall’antichità per la sua attività vulcanica. Tutti avranno memoria di un altro sisma, avvenuto il 5 dicembre 2019, di magnitudo 3.1, registrato nuovamente a Pozzuoli. Anche in quella occasione a risentirne maggiormente è stata la popolazione residente presso i Campi Flegrei. (Continua a leggere dopo le foto).



Anche nel dicembre 2019 è stato registrato uno sciame di micro-scosse sempre durante la notte e proprio nella zona flegrea. In quel caso si è trattato di sette lievi eventi sismici  registrati dai sismografi dell’Osservatorio Vesuviano/INGV tra le 2,13 e le 5,12. Si ricorda che gli eventi con magnitudo più elevata sono stati quelli delle 2,24 (magnitudo 1.3 della scala Richter, con una profondità di 0.96) e delle 2,26 (magnitudo 1.2, con profondità 1.34), che fanno dell’area una zona vulnerabile.

Coronavirus: Umberto e Maria, festa a sorpresa in ospedale per l’anniversario

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it