“Bonus figli (fino a 14 anni) per tutti”: gli importi e i requisiti


Di recente la ministra per la Famiglia Bonetti si è espressa circa un’estensione del bonus figli per tutti. Lo ha annunciato pubblicamente: il  cosiddetto Bonus Bebè andrà tra i 160 agli 80 euro in base all’Isee. Questo, per tutte le famiglie con figli di età inferiore ai 14 anni. Le proposte del Governo previste nel prossimo decreto Cura Italia di aprile iniziano a prendere spazio, proprio per fare fronte a tutte le conseguenze economiche di un’emergenza che non è più solo sanitaria.

La ministra per la Famiglia Bonetti si è espressa durante un’intervista a Radio Capital: “Si tratta di estendere quell’assegno di natalità che abbiamo introdotto nella Legge di bilancio solo per i nuovi nati 2020 a tutti i minori di 14 anni. Va da 80 a 160 euro al mese, e ho chiesto di inserirlo già nel decreto aprile”. Inoltre, a proposito della circolare del Viminale sulle passeggiate di un genitore con i figli, Bonetti tende ad aggiungere una precisazione: “Fino al 13 aprile non deve cambiare niente, ma la madre non è fuorilegge se fa uscire dalla porta di casa un bambino”. (Continua a leggere dopo la foto).








Un aiuto che potrebbe concretamente aiutare le famiglie stravolte da un’emergenza divenuta non solo sanitaria ma anche economica. Il  bonus andrà richiesto  all’Inps. E come si apprende su Repubblica, in merito al voucher babysitter Elena Bonetti ha aggiunto:  “Anche quello passa dall’Inps. Sarà disponibile da quando il sito dell’Inps riaprirà la richiesta”. Nel decreto approvato, spiega la ministra, “c’è un computo complessivo, tra congedi parentali e voucher babysitter, di 1,3 mld. Alle famiglie italiane dico: siccome c’è un secondo decreto e le misure dovranno essere prolungate, mi impegno ad aumentare le risorse”. (Continua a leggere dopo la foto).






Durante l’intervista, la Bonetti si è espressa anche su altre questioni che riguardano da vicino i bambini: “Siccome il 14 aprile non torneremo alla normalità, e non potremo farlo per i prossimi mesi, già oggi dobbiamo chiederci regole, modalità e tempi per riorganizzare la vita perché lo stare in casa continuerà”.  E aggiunge: “per bambini e giovani la salute psicofisica è legata anche alla possibilità di stare all’area aperta. Dobbiamo valutare le regole, che probabilmente non permetteranno attività di sport di squadra, e potremo darci nuove regole seguendo scienziati”. (Continua a leggere dopo la foto).



Elena Bonetti ha chiosato: “Si può dire che i bambini accedono in modo contingentato a palestre precedentemente sanificate, ad esempio. Non sarà il 14 aprile, potrebbe essere il 1 maggio o il 15 maggio”. Valutare le regole permetterà di comprendere meglio come gestire ogni sfaccettatura dell’emergenza sanitaria ancora in corso che, adesso più che mai, richiede di non abbassare la guardia e rimanere vigili in ogni ambito che riguarda la vita quotidiana dei cittadini.

“È la quarta volta in 68 anni”. Regina Elisabetta, un evento davvero straordinario: l’annuncio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it