Coronavirus, morto poliziotto della scorta di Giuseppe Conte. Aveva 52 anni


Una bruttissima notizia è stata appresa dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e da tutto il popolo italiano. Nelle scorse ore è deceduto il sostituto commissario di Polizia di Stato, Giorgio Guastamacchia, il quale faceva parte della scorta del premier. Era in servizio presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. L’uomo, di 52 anni, ha perso la vita a causa di alcune complicazioni di una polmonite, causata dal contagio da coronavirus. Non è quindi riuscito a superare la fase più acuta della malattia.

Guastamacchia era sposato ed aveva due figli. Grande tristezza da parte anche del capo della Polizia, Franco Gabrielli, il quale ha voluto esprimere i suoi sentimenti di cordoglio e di vicinanza ai familiari. Intorno a questi ultimi si stringono tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato. Il sostituto commissario era ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma, dove è morto. Lo ha voluto omaggiare anche il segretario generale del sindacato di Polizia, Mosap. (Continua dopo la foto)









Fabio Conestà ha affermato: “Esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia di Giorgio Guastamacchia e siamo vicini a tutti i colleghi che sono in prima linea a fronteggiare questa emergenza, in primis a coloro che ancora sono in condizioni critiche colpite dal virus”. Il segretario generale del sindacato dei poliziotti ha proseguito nel suo messaggio, esprimendo la sua totale vicinanza anche ai familiari degli agenti, alle prese con la malattia. (Continua dopo la foto)






Conestà ha infatti concluso il suo intervento, dicendo: “Voglio inoltre esprimere la nostra vicinanza anche alle famiglie dei colleghi sottoposti a terapia perché ci rendiamo conto di quanta ansia e frustrazione stanno avendo nell’attesa di una guarigione. Colleghi che sono stati in prima linea a far rispettare la legge e in particolare i decreti contro questo coronavirus e conseguentemente dare sicurezza ai territori”. La morte di Guastamacchia ha quindi gettato tutti nello sconforto. (Continua dopo la foto)

 



Una nota di cordoglio è stata anche inviata dal viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri: “Esprimo il mio profondo cordoglio per la scomparsa di Giorgio Guastamacchia. Ogni giorno subiamo perdite di vite umane che lasciano una profonda ferita di dolore. Un dolore che possiamo lenire scoprendoci comunità, consapevoli che seguendo le regole che ci siamo dati salveremo molte vite”.

Coronavirus: “Farmaco uccide il covid19 in 48 ore”. La scoperta nei laboratori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it