Mamma di 30 anni trovata morta in casa. A vegliarla il suo bimbo di 3 anni


Tragedia a Latisanotta, frazione di Latisana in Friuli. L’arrivo dei soccorsi non hanno potuto evitare il doloroso epilogo. Una donna perde la vita e lascia il marito e il figlio di soli 3 anni. Il malore è sopraggiunto subito dopo pranzo, presso l’abitazione della famiglia rimasta in isolamento come da restrizioni. Al momento del malore, la donna si trovava in casa con il figlio, mentre il marito era fuori per lavoro.

La donna era originaria di San Michele al Tagliamento, la città in cui è cresciuta. Ambra Ravanello, di 30 anni, era commessa. La salma si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria di Udine, all’ospedale civile di Latisana, dopo essere ricomposta dalla ditta Di Luca & Serra. Nessuna patologia, ma solo un malore, confidato da diversi giorni ad alcune amiche. Solo l’autopsia potrà chiarire a cause del decesso. (Continua a leggere dopo la foto).








Vi è anche una seconda ipotesi sulla morte della giovane donna; trattasi di una ferita riscontrata alla testa, conseguenza di una caduta. Il centro commerciale Sme di Portogruaro conosceva molto bene il viso sorridente di Ambra, commessa anche del reparto dei giocattoli. Una vita ordinaria e serena quella di Ambra, conosciuta da tutti per generosità e passione nelle mansioni che svolgeva. (Continua a leggere dopo la foto).






Il marito della giovane donna, originario della cittadina friulana di Muzzana del Turgnano, una volta rientrato dal lavoro ha rinvenuto il corpo senza vita della moglie. Vedendo il corpo immobile, l’uomo ha dato l’allarme al centro operativo Soros del Friuli Venezia Giulia, centro di gestione delle chiamate del 112. Ma una volta sopraggiunta un’ambulanza del Pronto soccorso di Latisana su posto, nulla è servito: la donna era già priva di vita. (Continua a leggere dopo la foto).



Dopo aver curato la ferita alla testa, inevitabile in seguito a una caduta per il malore, ha fatto seguito un tentativo di rianimazione, ma la giovane donna è stata dichiarata deceduta. I carabinieri hanno chiesto informazioni al marito, per capire da cosa sia stato provocato questo malore. I locali dell’abitazione erano salubri, e quindi dopo le prime verifiche i militari dell’Arma hanno stabilito che il malore non fosse stato provocato dal monossido di carbonio o da qualche altro gas, anche perchè il figlio, a parte lo shock emotivo, non presentava problematiche particolari.

“Prima ero negativa, ora sono di nuovo positiva al Coronavirus”. Il messaggio di Oriana Sabatini

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it