500 euro di multa per chi è senza mascherina. Italia, ecco in che città


Il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi ha firmato il 2 aprile un’ordinanza che prevede, a partire da sabato 4 aprile 2020, il divieto di ingresso all’interno degli esercizi commerciali e nei luoghi pubblici al chiuso senza indossare una mascherina protettiva al fine di contenere il contagio da coronavirus.

Se qualcuno verrà dunque sorpreso senza mascherina protettiva indosso verrà multato, con sanzione prevista fino a 500 euro: L’ordinanza sarebbe già dovuta entrare in vigore ma il primo cittadino ha deciso di slittarne l’avvio per completare la distribuzione di mascherine a tutti i residenti di Forte dei Marmi; nel comune ne sono infatti arrivate 4mila ed altrettante sono attese per i prossimi giorni. (Continua a leggere dopo la foto)









La cittadina della Versilia conta settemila abitanti: ad ognuno di loro ne verranno distribuite tre. In un comunicato stampa il sindaco Murzi ha spiegato l’ordinanza: “I miei concittadini hanno l’obbligo di indossarle nei luoghi chiusi, ovvero supermercati, negozi e uffici rimasti aperti dopo l’ordinanza. Siamo riusciti, grazie anche alle donazioni, ad avere un buon approvvigionamento”. (Continua a leggere dopo la foto)






“E quando, speriamo al più presto, il decreto governativo prevedrà che possano tornare a Forte dei Marmi – ha detto ancora il primo cittadino – anche loro dovranno indossarle. Dovranno però acquistarle perché la gratuità è solo per i residenti”. “Riteniamo – precisa il sindaco Murzi – che siano sufficienti non più di due o tre mascherine a nucleo familiare, perché per le misure restrittive in atto, le uscite devono essere contingentate.” L’ordinanza che prevede multe da 25 a 500 euro entrerà in vigore da sabato per permettere che le ultime consegne riescano a coprire tutta la cittadinanza. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Contiamo di avere prestissimo altri dispositivi in modo da fornire ricambi alla popolazione. Sono fermamente convinto che sia necessario mettere in campo tutte le misure per assicurare alla mia comunità una valida protezione rispetto al propagarsi del virus, dalle mascherine al mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro, oltre ovviamente ad uscire di casa solo per le strette necessità contemplate dal Decreto.”

Coronavirus, buone notizie dalla Lombardia: la notizia dell’assessore Gallera

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it