“Ecco come vivo ora”. Dopo le sofferte dimissioni, un Matteo Renzi inedito, triste e rassegnato. Tornato nella sua Toscana insieme alla moglie Agnese, l’ex premier si racconta con toni da lui mai sentiti


 

“Non ci stancheremo di riprovare e ripartire”. Matteo Renzi è tornato a casa, a Pontassieve, dove è stato fotografato insieme alla famiglia mentre andava a messa. Ma non si è affatto arreso. Per la prima volta, ha raccontato il momento più delicato tra i tanti vissuti negli ultimi giorni, quello in cui ha chiuso gli scatoloni e ha lasciato Palazzo Chigi per fare rientro a casa in maniera definitiva. “Torno a Pontassieve, come tutti i fine settimana. Entro in casa, dormono tutti – ha scritto su Facebook l’ex premier – Il gesto dolce e automatico di rimboccare le coperte ai figli, un’occhiata alla posta cartacea arrivata in settimana tanto ormai con Internet sono solo bollette, il silenzio della famiglia che riposa. Tutto come sempre, insomma. Solo che stavolta è diverso. Con me arrivano scatoloni, libri, vestiti, appunti. Ho chiuso l’alloggio del terzo piano di Palazzo Chigi. Torno a casa davvero. Sono stati mille giorni di governo fantastici”. (Continua a leggere dopo la foto)







“Certo c’è l’amaro in bocca per ciò che non ha funzionato. E soprattutto tanta delusione per la riforma costituzionale. Un giorno sarà chiaro che quella riforma serviva all’Italia, non al Governo e che non c’era nessuna deriva autoritaria ma solo l’occasione per risparmiare tempo e denaro evitando conflitti istituzionali. Ma quando il popolo parla, punto. Si ascolta e si prende atto. Gli italiani hanno deciso, viva l’Italia. Io però mi sono dimesso. Sul serio. Non per finta. Lo avevo detto, l’ho fatto”. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

“Adesso dunque torna alla vita da semplice cittadino” (e, scherza, “nei prossimi giorni sarò impegnato in dure trattative coi miei figli per strappare l’utilizzo non esclusivo della taverna di casa: più complicato di gestire la maggioranza”). Ma non è finita: “L’esperienza scout ti insegna che non si arriva se non per ripartire”.

“Ahi ahi, ecco che è successo la notte dello spoglio”. Maria Elena Boschi e Agnese Landini, moglie di Matteo Renzi: proprio dopo i risultati del referendum arriva l’indiscrezione (particolare)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it