Coronavirus, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli negativo al tampone


Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli è risultato negativo al tampone per il coronavirus. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile sottolineando che Borrelli “che attualmente continua ad accusare un lieve stato influenzale” continuerà a lavorare da casa rimanendo in costante contatto con il comitato operativo e l’unità di crisi.

“Ho ancora un po’ di febbre ma conto di tornare quanto prima in dipartimento”, ha fatto sapere Borrelli. Nella giornata di ieri il commissario ha saltato la conferenza stampa a causa di un “lieve stato febbrile” ed era in attesa dell’esito del tampone. “A causa di un lieve stato febbrile del Capo Dipartimento Borrelli la conferenza stampa di aggiornamento sul #coronavirus delle ore 18 è sospesa – annunciava su Twitter il Dipartimento della Protezione Civile – La situazione dei contagi in Italia è sempre disponibile alle ore 18 sulla mappa DPC”. (Continua dopo la foto)






Nella quotidiana conferenza stampa la Protezione Civile ha aggiornato i dati sulle vittime e i contagi in Italia. I morti sono 683 (martedì erano stati 744), che porta il totale delle vittime a 7.503. 3.491 i nuovi contagiati (il giorno prima erano 3.612), che porta il totale a 57.521. 30.920 le persone in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi, 3.489 in terapia intensiva. I guariti totali sono 9.362. (Continua dopo la foto)






Sempre nelle scorse ore la notizia del ricovero in ospedale di Guido Bertolaso dopo essere risultato positivo al coronavirus. Una positività annunciata dallo stesso consulente incaricato dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana di portare avanti il progetto dell’ospedale Covid negli spazi della Fiera di Milano. Da quanto appreso dall’Adnkronos, Bertolaso è ricoverato dal primo pomeriggio di martedì. (Continua dopo la foto)



 


È stato lui stesso, intorno alle 14, ad andare in ospedale per fare tutti gli accertamenti: “Da ieri Bertolaso ha un po’ di febbre, sta continuando a fare gli accertamenti, la lastra ai polmoni è risultata pulita quindi le sue condizioni attuali non preoccupano”, ha fatto sapere chi è in contatto costante con lui.

“Pensioni, ci sono soldi solo fino a maggio”. L’allarme dell’Inps, cosa è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it