Coronavirus: l’app che ti dice quanta gente è in coda al supermercato


Evitare assembramenti e code interminabili davanti ai supermercati in tempo di quarantena è possibile grazie a due app che monitorano il flusso nei maggiori supermercati e informano i cittadini in modo da non creare ulteriori file e assembramenti. La prima app si chiama DoveFila e, come detto, permette da un qualsiasi dispositivo collegato alla rete internet, di conoscere i tempi di attesa davanti ai supermercati prima di uscire di casa ma anche il numero esatto di persona già in fila.

“Per farlo – si legge – nella presentazione dello strumento – usiamo la tecnologia di DoveConviene (l’applicazione per offerte e volantini nei negozi sul territorio nazionale, ndr) ma è grazie al contributo tuo e di chi come te si trova in coda che possiamo rendere le stime di attesa ogni giorno più accurate”. Il servizio, già attivo in tutta Italia, consente infatti di apportare modifiche e suggerimenti per rendere il più possibile affidabili i tempi di attesa riportati davanti a ogni supermercato. (Continua a leggere dopo la foto)







Attivando il servizio di localizzazione, dopo essere entrati nel sito www.dovefila.it, è possibile monitorare in diretta la situazione negli esercizi commerciali vicini alla propria abitazione e programmare di conseguenza la propria uscita per la spesa. A dovefila.it si aggiunge anche filaindiana.it, un sito che aiuta a monitorare in tempo reale i tempi di attesa e raccoglie le informazioni date dagli stessi utenti che si trovano in coda ai supermercati. (Continua a leggere dopo la foto)






I dati vengono aggregati e vanno a formare una mappa aggiornata in tempo reale sulla quantità di fila nei supermercati nei paraggi. In questo momento il servizio copre solo Milano, ma è pronta a ‘sbarcare’ in altre città. Una volta entrato nel sito di filaindiana.it, l’utente viene geolocalizzato nella propria abitazione e vengono mostrati sullo schermo tutti i supermercati aperti nelle vicinanze. Su ogni riquadro l’utente potrà leggere le informazioni le informazioni sul supermercato, l’indirizzo, le persone stimate in coda fuori e il relativo tempo di attesa. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Nello stesso riquadro, c’è un bottone di cui tenere conto: “sono in coda qui”. Fondamentale è infatti la collaborazione degli utenti che costituiscono la community su cui si basa questo progetto. “La rilevazione dei dati arriva grazie alle segnalazioni libere dei cittadini che segnalano mentre sono in coda quante persone sono con loro e quanto tempo si aspettano di spendere all’interno della cosa stessa”.

Lutto nel mondo dello spettacolo, era positivo al coronavirus

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it