Coronavirus. Niccolò è stato dimesso dall’ospedale Spallanzani


Niccolò, lo studente italiano di 17 anni di Grado che era rimasto bloccato in Cina e si trovava proprio a Wuhan, focolaio del coronavirus, può tornare a casa. A riportarlo in Italia, il 15 febbraio scorso, un volo dell’Aeronautica militare. Il ragazzo sta bene, è risultato negativo ai test e ha completato il necessario periodo di quarantena allo Spallanzani di Roma.

Sorridente, con la testa bassa per sfuggire alle telecamere, è entrato in auto con il papà e la mamma per tornare alla sua vita. “Niccolò è contento, finalmente questa disavventura è finita e lo abbiamo riabbracciato dopo 6 mesi che non lo vedevamo e dopo tutto quello che è successo. Sono stati giorni duri ma sapevamo che era guardato, assistito”, ha detto la mamma del ragazzo. (Continua a leggere dopo la foto)






“Niccolò non ha mai pianto, riabbracciarlo sarà un’emozione fortissima – ha aggiunto il padre – Se scriverà un libro non lo so, ha fatto una battuta dicendo che questa esperienza meriterebbe di esser raccontata. Per ora sarà un po’ a casa con noi, poi tornerà alla sua vita di sempre, famiglia, amici, quello che fa un ragazzo di 17 anni, ripartirà per la Cina appena la situazione sarà di nuovo tranquilla”. (Continua a leggere dopo la foto)






Allo Spallanzani “e’ diventato il figlio di tutti, non gli e’ mancato niente. Qualche pensiero da parte nostra c’e’ stato, non lo nascondiamo ma – concludono – e’ andato tutto bene”. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, saluta via Facebook Niccolò. “Questo – scrive- ci dà la forza e lo stimolo per continuare a lavorare con grande impegno, proprio come stiamo facendo. Felice che Niccolò possa riabbracciare finalmente la sua famiglia”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Intanto si registra il primo caso di contagio da Codid 19 nel Lazio. Si tratta di una donna di Fiumicino risultata positiva ai test per il coronavirus. Ha 38 anni ed è tornata di recente da un viaggio a Bergamo. Dopo aver accusato un’influenza, si è sottoposta ai test allo Spallanzani di Roma, che hanno confermato la positività al Covid-19, e ora si trova in isolamento. Attualmente in sorveglianza attiva in ospedale ci sono anche i figli della donna, di 5 e 10 anni.

Coronavirus: 7 positivi in Campania, primo caso nel Lazio: ecco dove

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it