Omicidio Luca Sacchi, il colpo di scena: una donna finisce in manette. La scoperta degli inquirenti


Omicidio Luca Sacchi, nuovi sviluppi. Durante una perquisizione una donna, Franca Granata, è stata arrestata questa mattina dai poliziotti del commissariato Primavalle. A quanto si apprende e riporta Il Messaggero, gli agenti hanno trovato otto chili e mezzo di hashish e alcuni documenti falsi, tra cui uno intestato a Marcello De Propris, che si trova in carcere proprio per l’omicidio di Luca Sacchi.

Secondo gli inquirenti sarebbe stato lui infatti a dare la pistola ai killer di Sacchi, Valerio Del Grosso e Paolo Pirino. Dalle indagini sono emersi collegamenti con la criminalità e in particolare con una famiglia di ‘ndrangheta, i Pelle di San Luca. Continua dopo la foto







Gli investigatori, a quanto si apprende, invieranno un’informativa in Procura in merito al rinvenimento del documento intestato a De Propris. Da verificare adesso, dunque, eventuali collegamenti tra la donna, il quantitativo di droga che si trovava in casa sua, e l’eventuale “giro” d’affari dello stesso De Propris, e se la novità di oggi potrà servire a togliere un velo di mistero da quanto accaduto quella sera al giovane personal trainer. Continua dopo la foto






Valerio Del Grosso, Paolo Pirino e Marcello De Propris, accusati dell’omicidio in concorso di Luca Sacchi, attraverso i legali difensori hanno chiesto di essere processati con giudizio abbreviato. Si tratta nello specifico, di un procedimento alternativo al rito ordinario, che consente all’imputato di beneficiare di una riduzione della pena di un terzo rispetto a quella prevista dalla legge. Tuttavia la richiesta sarà valutata il prossimo 10 marzo dal giudice dell’udienza preliminare, che potrà dichiarare inammissibile la richiesta o portare la questione davanti alla Consulta. Continua dopo la foto



 


La legge n.33 del 2019 prevede infatti l’inapplicabilità del giudizio abbreviato in caso di reato di omicidio aggravato, perché delitto che prevede come pena massima l’ergastolo. Nel dettaglio, Del Grosso, Pirino sono accusati anche di rapina, e tutti e tre, inoltre, di detenzione di droga e possesso di arma. Ad avanzare la richiesta di processo con rito abbreviato anche Giovanni Princi e Armando De Propris, padre di Marcello. Nei loro confronti pende l’accusa di spaccio per entrambi, e per il padre di Marcello anche di possesso di arma. Luca Sacchi è stato ucciso da un colpo di pistola sparato alla testa nei pressi del John Cabot Pub nel quartiere Appio di Roma la sera dello scorso 23 ottobre.

Ti potrebbe interessare: Sorpresa a Uomini e Donne. Il gesto di Riccardo non lascia dubbi: con Ida Platano è finita

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it