Scoppia airbag durante un tamponamento: muore neonato di appena 2 mesi


La tragedia di Pisa lascia tutti senza parole. L’ incidente stradale è accaduto nel pomeriggio di domenica a Cisanello di Pisa. Il neonato era sul sedile-ovetto, regolarmente omologato e sistemato sul sedile anteriore dell’auto guidata dal padre, mentre la mamma e un fratello erano sui sedili posteriori. Il drammatico incidente stradale ha coinvolto l’intera famiglia. Erano le 16 di ieri, domenica 16 febbraio, quando tre vetture si sono tamponate per cause in via di accertamento all’altezza di un semaforo, lungo una strada a quattro corsie in via Aristo Manghi a Cisanello. Il piccolo Brandon era nell’ovetto agganciato sul sedile del passeggero, accanto al padre che era alla guida. L’impatto ha fatto scoppiare l’airbag e da lì il tragico epilogo.

I vigli urbani di Pisa stanno ancora procedendo nelle analisi delle dinamiche dell’incidente. Infatti non è ancora chiaro se fosse stato disattivato l’ airbag sul lato del bambino, come prevedono le normative di sicurezza per chi monta il seggiolino da bambini sul sedile anteriore. Il tamponamento poteva anche risultare banale, ma intorno alle 16.30 in via Manghi, immediata periferia di Pisa, non lontana dall’ ospedale di Cisanello, la tragedia si è compiuta. Infatti,  come riporta il Corriere della Sera, l’ auto sulla quale si trovava il neonato era la terza a rimanere coinvolta nel tamponamento. Senza poterlo prevedere in alcun modo, l’airbag è letteralmente esploso al momento dell’impatto. (Continua dopo le foto).














Nulla da fare per il piccolo Brandon. Infatti,  appena è arrivato al pronto soccorso, il bambino versava in condizioni gravissime. Riportava soprattutto ferite alla testa e, nonostante sia stato operato, le condizioni erano irrecuperabili. Il cuore del piccolo Brandon ha cessato di battere poco dopo le 22.30 di domenica. Per il fratello maggiore, la situazione è meno grave, nonostante sia ancora in prognosi. Al momento dell’impatto, il bambino ha perso i sensi senza che i genitori potessero fare nulla per salvarlo. Una volta arrivati i soccorsi, il bambino è stato trasferito d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello. Troppo piccolo, il cuor di Brandon non ha retto. Muore così il piccolo, non reggendo all’operazione. (Continua dopo la foto).



Edemi e le contusioni riportate sono state grave al punto che nulla è valso a salvare la vita del neonato. L’aggravante di un trauma toracico non ha migliorato le condizioni in cui versava la situazione complicata della vittima. Nella notte i medici hanno dichiarato il decesso all’ospedale di Pisa; erano circa le 22:30 quando è stata data la notizia ufficiale della morte di Brandon. Nella stessa vettura, sui sedili posteriori viaggiavano la madre della vittima e il fratello più grande, classe 2017, anche lui trasferito in ospedale lamentando dolore alla testa, ma le sue condizioni non destano preoccupazione. Una vicenda che ha lasciato tutta la comunità locale sotto choc, considerando che la vittima era nata solo lo scorso 17 dicembre. Sulla dinamica dell’incidente indagano i vigili urbani. (Continua dopo le foto).

Lascia senza parole apprendere che il piccolo Brandon avrebbe compiuto 2 mesi proprio oggi. La polizia municipale sta facendo gli accertamenti ma secondo una prima ricostruzione a determinare le gravi ferite al bambino sarebbe stato lo scoppio dell’airbag esploso nell’urto. Il piccolo era infatti sul sedile anteriore della vettura, nell’ovetto messo sul sedile del passeggero ed è stato investito dalla deflagrazione. Sempre secondo le ricostruzioni il padre guidava, mentre la madre con un altro figlio erano entrambi seduti dietro. Quando c’è stato il tamponamento, è scoppiato l’airbag che ha investito il neonato procurandogli un trauma cranico e toracico gravissimi. La famiglia del piccolo è originaria dell’Albania, ma da molto tempo è residente nel Pisano.

Tensione al GF Vip. Antonella Elia furia contro Licia Nunez: lo scontro degenera

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it