Treno regionale deraglia poco prima della fermata in stazione: tutti i dettagli


A una settimana dal deragliamento del treno Frecciarossa 1000 di Trenitalia avvenuto nel Lodigiano in cui hanno perso la vita due macchinisti, Giuseppe Cicciù, 51 anni, di Reggio Calabria, e Mario Di Cuonzo, 59 anni, originario di Capua (Caserta), un altro treno è deragliato.

È successo giovedì 13 febbraio intorno alle 7,30 a un convoglio regionale poco prima dell’arrivo nella stazione di Mestre, in provincia di Venezia, ma fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita. Secondo quanto riportato dal ”Gazzettino.it”, l’edizione del Nord-Est, il locomotore era in manovra ed è finito dalla sede dei binari ed è finito sulla massicciata. (Continua a leggere dopo la foto)







Come detto, la bassa velocità a cui stava procedendo il treno regionale, diretto a Venezia, ha fatto sì che non ci fossero gravi conseguenze per i passeggeri o per i macchinisti. Come riporta il quotidiano ”La Nuova di Venezia e Mestre” “lo svio ha riguardato un locomotore utilizzato per i convogli regionali che si trovava in un fascio di binari esterno alla circolazione”. (Continua a leggere dopo la foto)






I tecnici e la polizia ferroviaria sono al lavoro per individuare le cause dell’incidente. La paura è stata tanta, anche perché è ancora vivo il ricordo dell’incidente ferroviario avvenuto il 6 febbraio nei pressi di Ospedaletto Lodigiano, in provincia di Lodi. Il treno Frecciarossa Av 9595 Milano-Salerno è deragliato sulla linea alta velocità uccidendo sul colpo i due macchinisti. (Continua a leggere dopo la foto)




 

Il treno era il primo del mattino partito dalla stazione Centrale di Milano alle 5.10. Al momento dell’incidente il convoglio andava a 290 km/h, alla massima velocità prevista, e a bordo c’erano 28 passeggeri in tutto, oltre al personale di Trenitalia.

 

“Perché il treno è deragliato”. Tragedia sull’alta velocità: cosa è successo al Frecciarossa uscito dai binari

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it