Sposi scomparsi prima di arrivare all’altare, si scopre tutto. Ecco che fine hanno fatto


Per tutti sono già gli sposi spariti. A Asolo non si parla d’altro da giorni. Quello che è successo, in effetti, somiglia più alla sceneggiatura di una pellicola hollywoodiana che alla realtà. Protagonisti una coppia di ancora futuri sposi con il sogno di sposarsi nel paesino veneto. Nel dettaglio una , 50enne segretaria in una storica azienda, e un imprenditore 55enne nel settore del mattone.
Stanno insieme da tempo, e da qualche mese cullano un sogno: sposarsi ad Asolo, uno dei borghi più belli d’Italia.

Scelgono la data, prenotano la sala consigliare e pagano tutto in anticipo. E inevitabilmente per loro scatta quel conto alla rovescia, ossia il meccanismo emotivo che scandisce le grandi attese. É finalmente l’otto febbraio arriva.Continua dopo la foto







Nel municipio addobbato a festa ci sono già il sindaco, i testimoni, i parenti e gli amici. Tutto è pronto, tutto è addobbato per il grande evento. Ma gli sposi non arrivano. E non arriveranno mai. L’imprenditore e la segretaria, anzi, staccano i telefoni e per 48 ore si isolano da tutti e da tutto. Il motivo? Il due si sarebbero svegliati in preda al panico, travolti dall’ansia, soffocati dall’ineluttabilità del passo che si apprestavano a fare. E sono andati letteralmente in tilt. Continua dopo la foto






“La cosa ci stupisce fino a un certo punto -dicono in paese- ma non sapremo mai veramente cosa sia accaduto. Tutto questo però dimostra che ognuno ha le proprie fragilità”. Anche il sindaco di Asolo Mauro Migliorini conferma la circostanza: “Stamani ho ricevuto la telefonata della cugina della sposa. Si è scusata di tutto, e mi ha spiegato che il disguido è stato provocato da problemi di salute della coppia”. Continua dopo la foto




 


E poi riprende: “Certo però, senza esprimere alcun giudizio, mi chiedo come due 50enni possano arrivare a dimenticare le persone che erano venute appositamente per loro”. Il sindaco esclude che “gli sposi spariti” possano tornare a fissare una nuova data ma scherzando dice: “Stavolta la sala consiliare la faro’ pagare il doppio. Così in caso di eventuali ritardi o annullamenti potrò dire adeguatamente grazie a tutto il mio personale”.

Ti potrebbe interessare: “Ma quel ‘coso’…”. Elettra Lamborghini, imbarazzo totale. Nella foto un oggetto ‘misterioso’ sul suo comodino. E tutti pensano la stessa cosa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it