”All’improvviso l’auto davanti alla mia è andata giù, un boato fortissimo e poi…”. Crollo del cavalcavia, gli attimi terribili della tragedia vissuti e raccontati da chi si è salvato per miracolo


 

Alla fine il bilancio del crollo del cavalcavia della Superstrada che da Milano porta a Lecco poteva essere ancora più tragico. La conta è di un morto e quattro feriti: un uomo e una donna e il loro bambino di 12 anni e l’autista del Tir della Nicoli trasporti e spedizioni di Albino (Bergamo). Il più grave è lui un cinquantenne bulgaro che ora ricoverato in condizioni serie all’ospedale di Lecco con la cassa toracica in frantumi. Il suo camion trasportava 70 tonnellate di bobine d’acciaio. Il crollo è avvenuto intorno alle 17.23 poco dopo l’uscita della strada Statale 36 che porta ad Annone Brianza. In quel punto la Superstrada viene sovrastata dalla provinciale Molteno-Oggiono. Nel 2009 il cavalcavia era stato danneggiato da un mezzo pesante che aveva urtato con la cabina una delle travi del ponte.

(Continua a leggere dopo la foto)







Era stato riparato e sembra anche di recente. Ieri poco dopo le 13.30 un automobilista ha segnalato alla polizia Stradale la presenza di alcuni calcinacci vicino a uno dei piloni. Per ore, e sembra in un turbine di discussioni tra i due enti, nessuno ha realmente bloccato il traffico sulla provinciale. Non l’Anas che lo ha richiesto alla Provincia attraverso i tecnici, né la stessa Provincia che — d’accordo sulla necessità di chiudere il ponte pericolante — ha atteso che arrivasse sul posto un camion con la segnaletica prima di fermare il traffico sul cavalcavia.

(Continua a leggere dopo il video)

 

A parlare a pochi minuti dal crollo è stato uno degli automobilisti che stava passando su quel cavalcavia. Si chiama Daniele Bennati, 50 anni, e la sua Toyota è rimasta letteralmente in bilico su quel pezzo di strada: “Ero dietro al camion carico d’acciaio. Ho sentito solo un boato. Neppure io so come sia stato possibile fermarmi. Il camion non c’era più”. Il mezzo è finito su due auto. Una terza è stata travolta solo di striscio. Il procuratore capo di Lecco Antonio Chiappani e il pm Nicola Preteroti hanno aperto un fascicolo sulla tragedia: l’ipotesi di reato è di omicidio colposo e disastro colposo. Nelle prossime ore verranno sentiti i primi testimoni.

Ti potrebbe anche interessare

Incidente choc! Crolla un cavalcavia al passaggio di un tir, il camion precipita nella strada sottostante e cade sopra le macchine in transito. La situazione è drammatica e le immagini raccapriccianti. È successo in Italia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it