Massacrata dal compagno al nono mese di gravidanza, per i parenti l’ennesima beffa


Un dolore che non passa. Una ferita destinata a non chiudersi. È quella aperta nel cuore dei famigliari di Jennifer Zacconi, la 22enne brutalmente uccisa dal compagno mentre era incinta al 9 mese. Una storia vecchia di 14 anni che ora si arricchisce di un nuovo capitolo. Oggi è stato deciso che i parenti di Jennifer Zacconi, di Olmo di Martellago, non hanno diritto ad ottenere un indennizzo di 80 mila euro dalla Presidenza del Consiglio.

Lo hanno deciso i giudici della prima corte d’Appello di Roma, prima sezione civile, che hanno ribaltato la setenza di primo grado. Per i giudici non può essere applicata in favore di Giuseppe Giannone e Anna Maria Giannone, nonno e madre della giovane e difesi in giudizio dall’avvocato Claudio Defilippi, la direttiva europea del 2004 in favore delle vittime di reati violenti commessi negli Stati dell’Unione. Continua dopo la foto








La storia di Jennifer Zacconi è brutale, una di quelle che si tenderebbe a dimenticare, non fosse che la storia stessa tende a riproporla e far venire nuovamente a galla gli orrori vissuti da una giovane 22enne. Nella notte tra il 29 e il 30 aprile 2006, Jennifer è stata uccisa da Lucio Niero, l’allora compagno. Uccisa, tuttavia è riduttivo: il comune di Olmo di Martellago fu sconvolto dalla brutalità della vicenda. Continua dopo la foto






Dopo un litigio, Niero picchiò selvaggiamente la compagna incinta di 9 mesi, arrivando a romperle la spina dorsale, calpestarla e quindi seppellirla viva. L’uomo è stato condannato per omicidio volontario (non duplice, tuttavia), occultamento di cadavere. Per la morte di Jennifer sta scontando una pena a 30 anni di carcere. Continua dopo la foto



 


Al momento non si conoscono le ragioni per cui la morte di Jennifer Zacconi non rientri nei casi in cui è concesso il risarcimento della Presidenza del Consiglio. Un’ulteriore beffa per una famiglia che convive da 14 anni col dolore, ora acuito da questo senso di tardiva ingiustizia.

Ti potrebbe interessare: Massacrata dal compagno al nono mese di gravidanza, per i parenti l’ennesima beffa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it