La terra torna a tremare in Italia. Scosse non solo nei luoghi già colpiti dal tremendo terremoto di Amatrice, ma anche in altre regioni. La situazione


 

A due mesi esatti dal sisma del 24 agosto, nuova scossa ad Amtrice. La prima, di magnitudo 2.2, è stata registrata alle 0.06, con epicentro nello stesso capoluogo e una profondità di 9 chilometri: la scossa è stata avvertita distintamente a Rieti. Altra scossa, alle 0.22, di magnitudo 2.8, con epicentro ad Amatrice, il comune più sconvolto dal sisma di due mesi fa, ad una profondità di 9 chilometri. Un’altra scossa di magnitudo 2.9 è stata invece registrata alle 5:27 nel nord della provincia di Perugia. Nel frattempo, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani, facendo il punto della situazione sulle aree colpite dal terremoto del 24 agosto, ha detto ai microfoni di Skytg24: “Siamo usciti dalle tende in due mesi. È un risultato importante. Per le casette abbiamo detto sette mesi, speriamo e contiamo di rispettare quell’obiettivo e di averle pronte per la prossima primavera.  Stiamo lavorando per allestire strutture provvisorie per negozi e attività economiche danneggiate”.

(Continua a leggere dopo la foto)



Intanto c’è preoccupazione anche per una nuova scossa di terremoto avvenuta nelle prime ore di questa mattina alle 5.27, presso Gubbio, in particolare nella frazione di Semonte. Il terremoto, di magnitudo 2.9, è stato avvertito dalla popolazione e nelle zone limitrofe, ma non avrebbe prodotto danni. Avvertito anche a Città di Castello.

 

(Continua a leggere dopo la foto)


Errani, nella sua intervista a anche aggiunto: “La sfida è provare a lanciare un nuovo modello economico che tenga conto della bellezza e peculiarità di questi territori. Il vero obiettivo-ha detto il commissario- è invertire il processo di spopolamento in atto da prima del territorio”. La manovra ha stanziato tre miliardi e mezzo per le zone colpite: “finanzierà interamente il terremoto e questo è importante perché ci permette di programmare una ricostruzione senza pensare ogni anno di richiedere risorse”, ha aggiunto Errani. Ma, mette in guardia, “sistemi criminali certamente tenteranno di entrare e noi li contrasteremo”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Era in programma per quel maledetto giorno in cui il terremoto ha distrutto tutto. La 50esima sagra dell’Amatriciana, però, si farà lo stesso. Sarà un evento eccezionale: ecco dove e quando