Italia, la terra trema ancora: sisma nella notte in Calabria


Terremoto in Calabria. Un sisma è stato avvertito nella serata di domenica 2 febbraio 2020 nella provincia di Catanzaro. La scossa, secondo i primi dati diffusi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), è stata avvertita qualche minuto prima delle 20.30, alle 20.24, con epicentro ad Albi e a una profondità di 6 chilometri. La magnitudo è di 3.1. Diverse le segnalazioni apparse sui social di quanti in Calabria hanno sentito la scossa, che secondo alcuni è durata di più delle altre delle ultime ore.

Taverna, Sorbo San Basile, Magisano, Fossato Serralta, Zagarise, Pentone, Sellia i comuni della provincia di Catanzaro entro i dieci chilometri dall’epicentro del terremoto. Una scossa di terremoto in Calabria all’alba di domenica – Un’altra scossa di terremoto di magnitudo 2.8 era stata registrata all’alba di oggi con epicentro sempre ad Albi. Il sisma di questa mattina si è verificato alle 06:51 a una profondità di 4 chilometri. Paura tra la popolazione, che ha avvertito seppur lievemente il movimento tellurico, ma nessun danno è stato segnalato a cose o persone. Continua a leggere dopo la foto









Un’attività di routine per l’Italia che ha scosse telluriche frequenti e di lieve entità. Di diversa natura quella avvenuta nei Caraibi: una potente scossa di terremoto di magnitudo 7.7 registrata tra Cuba e Giamaica in mare a 10 km di profondità e a 117 chilometri a nordovest dalla città costiera di Lucea in Giamaica. “La minaccia di uno tsunami legato al sisma è passata, non ci sono più rischi”, ha comunicato il Centro di allerta degli tsunami nel Pacifico. Continua a leggere dopo la foto






L’allerta riguardava sei paesi: Cuba, Honduras, Messico, Belize, Isole Cayman e Giamaica. La forte scossa è stata avvertita anche a Miami, in Florida, dove alcuni edifici in centro città sono stati evacuati in maniera precauzionale. Alcuni media locali hanno riferito che all’avvertire della scossa alcuni residenti hanno lasciato immediatamente gli edifici e si sono riversati per strada. Continua a leggere dopo la foto



 


Il potente terremoto è stato avvertito nella capitale cubana L’Avana, dove diversi edifici sono stati evacuati, così come in diverse province dell’isola. Lo riportano i media cubani. “Il terremoto – riferiscono i media locali – è stato percepito in molte province, come Guantanamo, Santiago de Cuba, Holguin, Las Tunas, Cienfuegos, L’Avana, Pinar del Rio e il comune di Isla de la Juventud”. Secondo il portale di informazione ufficiale Cubadebate, non si segnala alcun danno immediato.

Ti potrebbe anche interessare: Domenica In, malore per Mara Venier: “Mi sentivo svenire, è arrivato il medico”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it