Coronavirus, il bilancio in Italia: parla il medico dell’ospedale Spallanzani


Alle ore 14 di oggi, venerdì 31 gennaio, si è tenuta una conferenza stampa molto importante presso l’istituto nazionale malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma per fare il punto sulla situazione riguardante il coronavirus in Italia, dopo la dichiarazione dello stato di emergenza. Sono stati forniti gli ultimi aggiornamenti dopo i primi due casi nel nostro territorio, ovvero i turisti cinesi che si sono sentiti male nella Capitale al ‘Grand Hotel Palatino’ di via Cavour. Oltre alla coppia, in quarantena sono finiti venti turisti che facevano parte della comitiva giunta da Wuhan, epicentro della malattia.

L’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha dichiarato: “La coppia affetta da coronavirus ha limitato gli spostamenti nelle zone adiacenti all’albergo, e nel tragitto ha sempre indossato le mascherine”. Secondo quanto rivelato, attualmente ci sono 32 persone sotto osservazione allo ‘Spallanzani’: 20 erano sul pullman fermato a Cassino ed altre 12 si sono recate personalmente o trasferite tramite ambulanza del 118. (Continua dopo la foto)









Tra i 12 giunti spontaneamente nel nosocomio ci sarebbero un operaio dell’hotel romano ed una ragazza originaria dell’Asia, che vive a Frosinone. I test sono in corso ed occorrerà aspettare un po’ per i risultati ufficiali. I casi ufficiali sono, come detto, due e riguardano la donna di 65 anni ed il marito di 66. La prima è in condizioni buone ed ha soltanto un iniziale interessamento interstiziale polmonare, febbre e congiuntivite bilaterale. Il coniuge ha un interessamento polmonare più pronunciato, febbre, tosse ed astenia. (Continua dopo la foto)






Il bollettino medico dello ‘Spallanzani’ riferisce inoltre che i dodici pazienti ricoverati provengono da varie zone della Cina: “Questi pazienti presentano sintomi respiratori modesti e sono stati sottoposti ai test per la ricerca del nuovo coronavirus”. Nove hanno già ottenuto le dimissioni perché gli esami sono stati fortunatamente negativi. Altri 20 soggetti “asintomatici, che risultano essere stati contatti primari della coppia con infezione da nuovo coronavirus, sono attualmente in osservazione presso il nostro istituto”. (Continua dopo la foto)



I medici hanno inoltre aggiunto: “La dimensione dell’epidemia non è valutata su scala nazionale. Il rischio va da basso a molto basso”. Sulle precauzioni da prendere: “Le stesse dell’influenza. Bisogna lavare le mani e coprire naso e bocca quando si starnutisce. E per favore evitiamo la discriminazione: non tutti i cittadini cinesi sono stati esposti a chi arriva da quella zona”.

“Le veline erano senza mutande”. Striscia la notizia, la confessione a luci rosse di Enzo Iacchetti lascia tutti basiti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it