Il Centro Italia trema ancora: torna la paura. Scossa avvertita in sette comuni


Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata nella zona tra Arquata del Tronto e Accumoli (Rieti). Secondo la Sala Sismica Ingv-Roma, l’epicentro è stato localizzato a una profondità di 8 chilometri. Al momento non si registrano danni né feriti.

“Ci ha portato a rivivere il tragico passato, tutto il vissuto” dice all’Adnkronos Stefano Petrucci, vicesindaco di Accumoli, commentando a caldo la scossa nell’area già teatro del terribile sisma del 26 agosto del 2016. “Sono tremori che fanno riaffiorare il passato, i ricordi – aggiunge Petrucci, sindaco all’epoca del terremoto – stiamo tutti ancora nelle case provvisorie”. (Continua a leggere dopo la foto)









“Non ci sono stati danni o feriti certo ma queste scosse suscitano sempre pensieri, ricordi tragici. E’ una questione emotiva, mentale. Ormai i nostri paesi non ci sono più”. “Qui stiamo ancora portando via le macerie, ma prima che si possa vedere una vera e propria ricostruzione devono passare ancora due o tre anni, stiamo ancora indietro, devono prima partire i sotto servizi”, conclude. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ci stiamo muovendo con le normative ordinarie e i paesi vanno ricostruiti di sana pianta. Si muove tutto molto lentamente”, ha concluso. L’Ingv ha fornito anche le coordinate geografiche riguardo l’epicentro: latitudine 42.72, longitudine 13.26 e ipocentro attestato ad una profondità di 8 chilometri. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Per quanto riguarda la lista dei Comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro del sisma, sono Arquata del Tronto (AP), Amatrice (RI), Acquasanta Terme (AP), Cittareale (RI), Montegallo (AP), Norcia (PG) e Cascia (PG).

GF Vip, Antonio Zequila si lascia andare. La dichiarazione inaspettata: “Mi piaci molto”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it