L’Italia trema ancora: due scosse ravvicinate, l’ultima ieri sera


Piccola scossa di terremoto in Romagna: alle 17 e 26 di oggi, domenica 26 gennaio, la terra ha tremato a Rimini, Riccione, Cattolica, Gabicce e numerosi comuni dell’entroterra. L’istituto nazionale di vulcanologia (INGV) ha rilevato una magnitudo di 3.0 e una profondità di 26 chilometri. L’epicentro è stato individuato due chilometri a nord di Montefiore Conca. La scossa è stata avvertita chiaramente dalla popolazione anche a San Marino e nella Valconca. La lieve magnitudo non ha provocato nessun danno ma solo qualche istante di lieve preoccupazione tra i cittadini che hanno sentito la terra tremare, seppur leggermente, sotto i loro piedi.

Solo due giorni prima, il 26 gennaio, un’altra scossa di terremoto di magnitudo 3.4 era stata registrata dall’Ingv tra le province di Ravenna e Forli’-Cesena, in Emilia Romagna, ed avvertita dalla popolazione. L’epicentro era tra i comuni di Cervia, Alfonsine e Russi, ad una profondità di 5 km. Secondo quanto riferito dalle autorità locali al Dipartimento della Protezione Civile, non si segnalano danni ne’ richieste d’intervento. Un pizzico di paura tra la popolazione che sa bene cosa significa “terremoto”. Continua a leggere dopo la foto









Come dimenticare quello che ha colpito l’Emilia nel 2012 e che ha colpito le province di Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia, Bologna e Rovigo, ma avvertite anche in un’area molto vasta comprendente tutta l’Italia Centro-Settentrionale e parte della Svizzera, della Slovenia, della Croazia, dell’Austria, della Francia sud-orientale e della Germania meridionale. Continua a leggere dopo la foto






Già tra il 25 e il 27 gennaio 2012 si ebbero in zona fenomeni significativi, ma la prima scossa più forte, di magnitudo 6.1 è stata registrata il 20 maggio 2012 alle ore 04:03:52 ora italiana, con epicentro nel territorio comunale di Finale Emilia, con ipocentro a una profondità di 6,3 km. Continua a leggere dopo la foto



 


Il 29 maggio 2012 alle ore 09:00:03 ora italiana, una nuova scossa molto forte di magnitudo 5.9 è stata avvertita in tutta l’Italia Settentrionale, creando panico e disagi in molte città come Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Mantova e Rovigo; l’epicentro è situato nella zona compresa fra Mirandola, Medolla e San Felice sul Panaro.

Ti potrebbe anche interessare: È morta anche Gianna Maria. Sull’elicottero, insieme al famoso papà, c’era anche lei

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it