Scoperto dai carabinieri a comprare droga nel parco: restano sorpresi dalla sua età


Un nonno particolarmente arzillo. 72 anni, è stato beccato nel parco ad acquistare un dose di droga. La storia risale a martedì scorso e diffusa da diversi media locale. A fermare l’uomo, un insospettabile a quanto si apprende, è stata la polizia locale di Origgio/Uboldo e i carabinieri di Cerro Maggiore. Insieme al 72 anni, le forze dell’ordine hanno fermato un 42enne, anche lui alla ricerca di sostanze stupefacenti nella zona boschiva tra Origgio, Cerro e Cantalupo.

Abbastanza surreale la situazione. Gli agenti in perlustrazione nel parco infatti avrebbero notato i due, entrambi residenti a Saronno, aggirarsi con fare sospetto e hanno provato a fermare la loro auto. Ne è nato un inseguimento doppio: il 72enne è rimasto in macchina, tentando di seminare i carabinieri, il 42enne è fuggito a piedi, con alle calcagna la polizia locale. Continua dopo la foto








Per il più anziano, trovato con addosso qualche grammo di cocaina, è scattata la denuncia per guida in possesso di sostanze stupefacenti, oltre che una sfilza di violazioni del codice della strada e resistenza a pubblico ufficiale per entrambi per il tentativo di fuga, uno in auto, l’altro a piedi. Una caso sempre legato alla droga e dal copione incredibile era capitato in provincia di Lecco. Continua dopo la foto






Protagonista una manna che all’inizio avrebbe negato di sapere che quella fosse una zona di spaccio, poi però, alle domande degli agenti, sarebbe caduta in contraddizione ammettendo le circostanze: la donna protagonista della vicenda è la madre di un 30enne fermata insieme al figlio dalla Polizia Locale a Dervio. Il fatto è successo a pochi giorni dalla sottoscrizione della convenzione di Polizia associata Alto Lario, comandata da Edoardo Di Cesare, e l’avvio delle attività di controllo del territorio in modo congiunto nei comuni di Colico e Dervio. Continua dopo la foto



 


Insieme, gli agenti dei due comuni hanno organizzato un’operazione anti-spaccio in località Chiari a Dervio dove è stato fermato un 30enne risultato in possesso di 7 grammi di cocaina ed eroina a seguito di perquisizione personale. Gli agenti appostati hanno potuto individuare l’auto da cui scendeva il giovane. Le verifiche successive hanno interessato anche la donna che guidava il veicolo ed è risultata essere la madre del 30enne. La donna in un primo momento avrebbe riferito che il figlio in quell’occasione avrebbe dovuto incontrare degli amici, poi avrebbe ammesso di sapere i motivi della presenza del figlio nella zona.

Ti potrebbe interessare: Scoperto dai carabinieri a comprare droga nel parco: restano sorpresi dalla sua età

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it