”Negozio distrutto e mutuo da pagare. Italia di me***”. Solo pochi giorni fa aveva affidato questo sfogo a Facebook. Oggi la tragedia: la storia di Adriano, commerciante 31enne che nel terremoto del Centro Italia ha perso tutto…


 

Adriano Pieretti, commerciante residente a Camerino ma originario di Osimo, si è tolto la vita questa mattina impiccandosi nel suo appartamento. Il 31enne era titolare dell’edicola davanti alle scuole della città ducale. Scuole che sono rimaste chiuse a causa del sisma che lo scorso 24 agosto ha avuto epicentro lungo la Valle del Tronto tra i comuni di Accumoli, Amatrice (Provincia di Rieti) e Arquata del Tronto (Provincia di Ascoli Piceno) e che ha causato un calo delle vendite. Anche il negozio di estetista in cui lavora la fidanzata – i due giovani erano conviventi – dal 24 agosto è chiuso sempre a causa del sisma. Solo due giorni fa, il trentunenne aveva sfogato tutta la sua rabbia sui social alla notizia dell’esclusione di Camerino dal cosiddetto ”cratere sismico”.

(Continua a leggere dopo la foto)







I comuni maceratesi individuati dal governo nel decreto legge per la ricostruzione post terremoto sono stati infatti: Acquacanina, Bolognola, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Fiastra, Fiordimonte, Gualdo, Penna San Giovanni, Pievebovigliana, Pieve Torina, San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Ussita, Visso. Nonostante i gravissimi danni riportati, i comuni di di Camerino e Tolentino sono invece rimasti fuori.

(Continua a leggere dopo la foto)

 






E proprio a Camerino che Pieretti e la fidanzata lavoravano prima che il terremoto devastasse il paese.  “Che dire… ho la ragazza che dal 24 agosto non lavora, per il negozio distrutto, con un mutuo dietro .- aveva scritto -, e sti pagliacci ci hanno messo fuori….è proprio un’Italia di merda….”, queste le parole affidate ai social dal ragazzo solo due giorni prima di togliersi la vita.

Un appello inascoltato, che ad oggi ha visto distruggere due famiglie, quella della famiglia del commerciante e quella della fidanzata Ilaria. Quindici Comuni del maceratese e tredici dell’ascolano: non è certo una gara, ma la definizione del cratere ha lasciato qualche perplessità. Il decreto ha stabilito che saranno 62 i Comuni inseriti nel perimetro di quelli che avranno la possibilità di accedere ai provvedimenti ‘coperti’ con 4,5 miliardi di euro.

Subito dopo la tragedia terremoto, è apparso il commento choc su Amatrice di Daniela Martani. Ovviamente la ex gieffina è stata demolita in rete. Oggi però, dopo una serie di insulti a non finire, è proprio lei a intervenire. Ecco come si è giustificata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it