“Speranze finite”. Cadavere riemerge dal fiume: è quello di Marco


Si è conclusa con una tragedia la scomparsa di Marco Dal Ben, 38 anni, scomparso da casa lo scorso 5 gennaio. È infatti con tutta probabilità il suo il cadavere emerso oggi dal fiume Monticano, il corso d’acqua che attraversa la città di Oderzo, nel trevigiano. Marco Dal Ben si era occupata alcuni giorni fa la trasmissione «Chi l’ha visto?» e le attenzioni si erano concentrate su alcuni fotogrammi di una videocamera di sorveglianza pubblica. Alla base della caduta nel fiume, se si esclude il gesto volontario, potrebbe essere una perdita di equilibrio collegata all’assunzione eccessiva di bevande alcoliche.

A notare il corpo affiorare dal fiume, un cittadino che percorreva l’argine, che è meta di molti appassionati di jogging che frequentano la zona per allenarsi: è stata poi la madre, assistita dai carabinieri, a riconoscere i resti del figlio attraverso le scarpe e il giubbino che indossava, dopo che il corpo è stato recuperato da vigili del fuoco. Continua dopo la foto






Da inizio anno al 30 giugno sono state 6.761 le denunce per persone scomparse: la maggior parte viene poi ritrovata, ma una su quattro va a ingrossare un esercito di ‘invisibili’. Sono 60 mila quelle ancora da rintracciare da quando è attivo il sistema di allertamento, di cui 10mila italiani e 50mila stranieri. I dati dell’ufficio del Commissario di governo per le persone scomparse sono stati ricordati al convegno ‘Persone scomparse: una sfida per le istituzioni’, ospitato dalla Sapienza. Continua dopo la foto






Si tratta di un fenomeno dai molti aspetti. Il 34% delle denunce riguarda donne, il 54% minorenni, e circa la metà stranieri. Il 6%, 431, riguardano anziani. Il 75% allontanamenti volontari, lo 0,8% è classificato come sottrazione da parte del coniuge, lo 0,4% come possibile vittima di reato. Continua dopo la foto



 


L’ufficio del Commissario ha indetto per il 12 dicembre una giornata dedicata agli Scomparsi e una mobilitazione per la ricerca. Sono state invitate le prefetture a promuovere sui territori un’attività straordinaria: a cercare gli invisibili nelle mense, negli ostelli, nei boschi.

Ti potrebbe interessare: GF Vip, flirt nella Casa? Dopo averli visti ‘così’, per il pubblico c’è già “la prima coppia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it