Scomparsa Samira, arrestato il marito: “Fuga finita”. Tutti i dettagli


Mohamed Barbri, il marocchino 40enne di Stanghella (Padova) indagato per l’omicidio della moglie Samira El Attar, scomparsa il 21 ottobre e mai ritrovata, è stato arrestato. I primi giorni di gennaio l’uomo aveva chiamato il cugino da Barcellona con un numero spagnolo.

L’uomo si era fatto prestare il cellulare da un tunisino conosciuto nella capitale catalana e aveva composto il numero del suo parente più stretto in Italia, Azzedine, che vive nello stesso paesino della Bassa Padovana e che in quel momento si trovava in caserma dai carabinieri, convocato dall’Arma proprio per essere sentito sulla scomparsa di Mohamed, che aveva fatto perdere le sue tracce la mattina di Capodanno, partendo in bicicletta. (Continua a leggere dopo la foto)







“Ho visto una chiamata in entrata, da un numero strano e sconosciuto – aveva spiegato il cugino -. Ho risposto ed era Mohamed. Dove sei? Dove sei?, mi ha chiesto in tono concitato. Gli ho detto di tornare subito, che tutti lo stanno cercando. Lui mi ha detto: Arrivo, arrivo. Ma ha subito messo giù. A quel punto ho chiamato suo fratello che sta in Marocco. Gli ho detto di provare a contattarlo. Ha composto il numero da cui avevo ricevuto la telefonata. Gli ha risposto un ragazzo tunisino che vive a Barcellona: Mohamed gli aveva chiesto di poter fare una telefonata alla stazione Nord degli autobus, ma era già andato via”. (Continua a leggere dopo la foto)






Per i familiari di Samira, ma anche per il cugino, la sua è stata una fuga. La cosa che aveva insospettito maggiormente Azzedine è il fatto di aver spento il proprio cellulare e averne utilizzato un altro in prestito per non essere rintracciato: “È tutto strano. – aveva raccontato – Se è scappato evidentemente ha qualcosa da nascondere. Perché andarsene? Perché non rimanere ad affrontare tutto questo? E soprattutto perché lasciare sola la propria bambina, che già ha perso la mamma? Questa brutta storia ha creato problemi a tutti. Anche a me. Il mio datore di lavoro mi ha visto in televisione e mi ha allontanato, non mi vuole più”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Ora l’uomo è stato rintracciato e arrestato. “In collaborazione con la Polizia iberica è stato rintracciato il cittadino marocchino, 40enne, Barbri Mohamed, indagato per l’omicidio e l’occultamento di cadavere della moglie Samira El Attar, che i primi giorni di gennaio si era allontanato dalla sua residenza di Stanghella, facendo perdere le tracce”, hanno annunciato i carabinieri di Padova in una nota.

Attualmente l’uomo si trova a disposizione delle autorità spagnole in attesa di estradizione. Maggiori dettagli saranno forniti in una conferenza stampa, a cui parteciperà il Procuratore della Repubblica Carmelo Ruberto, che avrà luogo alle ore 11 in procura a Rovigo.

 

Bonny e Aurora, busta chiusa a ‘C’è posta per te’: cosa è successo adesso, dopo il programma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it