Detenuto in permesso premio segrega a casa ex fidanzata e la violenta per 3 giorni


Una vicenda sconvolgente arriva dalla Liguria e più precisamente dalla città di La Spezia. Una giovane di 25 anni è stata aggredita, segregata in casa e stuprata dal suo ex fidanzato. Quest’ultimo era appena uscito dal carcere grazie ad un permesso premio. La 25enne, in evidente stato di choc, è stata aiutata da un’amica, che è riuscita a prestarle i primi soccorsi e a trasportarla in ospedale per le cure del caso.

La vittima ha inoltre presentato una denuncia e nel frattempo continua il lavoro da parte degli investigatori per chiarire del tutto la situazione. Secondo quanto appreso finora, il grave gesto dell’uomo si è verificato alcuni giorni fa, poco dopo l’arrivo del nuovo anno. L’aggressore, un cittadino sudamericano di 30 anni, aveva ottenuto un permesso premio della durata di tre giorni, ma una volta rilasciato dal carcere di La Spezia si è messo subito sulle tracce dell’ex partner. (Continua dopo la foto)









La 25enne ha confidato alle forze dell’ordine di essere stata avvicinata dal 30enne, che ha subito mostrato un coltello e l’ha sottoposta a minacce. Lui l’ha quindi fatta andare con la forza nella sua abitazione e qui si sarebbero consumati i fatti, durati tre giorni. Oltre ad essere stata sequestrata, il violentatore ha ripetutamente abusato di lei. (Continua dopo la foto)






Il suo obiettivo era dunque trascorrere le giornate in libertà violentando l’ex compagna. Durante le violenze sessuali, il sudamericano avrebbe anche minacciato di morte la donna perché quest’ultima aveva deciso di intraprendere una relazione sentimentale con un altro uomo. Se la 25enne avesse continuato ad essere impegnata con questa nuova persona, le avrebbe tolto la vita. (Continua dopo la foto)



Ha anche costretto la ragazza a scrivere alcuni messaggi alla madre, dicendole che non sarebbe ritornata a casa perché ospite in casa di un’amica. Una volta scaduti i tre giorni liberi, ha liberato la vittima ed è tornato nella casa circondariale spezzina. L’amica della 25enne l’ha accompagnata all’ospedale civile ‘Sant’Andrea’ ed è partita la denuncia. Il sudamericano è ora accusato dei reati di sequestro di persona e violenza sessuale. Nei prossimi giorni avrà luogo la prima udienza, dove l’aguzzino e la giovane stuprata dovranno fornire la propria versione. Il 30enne resta comunque già recluso dietro le sbarre per fatti pregressi.

Pamela Barretta torna a UeD e l’attacco, pesantissimo, è servito. Proprio da ‘lui’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it