“Non ci riesco”. Perde il figlio 18enne in un incidente e decide di suicidarsi


C’è forse un dolore più forte e devastante della perdita di un figlio? “Non posso sopravvivere alla morte di mio figlio” e così un padre decide di togliersi la vita. Aveva perso il figlio 18enne in un incidente stradale lo scorso mese di novembre. Uno choc che un padre non è riuscito a superare e che lo ha portato a suicidarsi. Ad essere trovato impiccato con una corda alla balaustra su un terrazzo condominiale di Vigne Nuove un uomo di 53 anni.

Il tragico rinvenimento la notte fra il 6 ed il 7 gennaio da parte degli agenti di polizia, allertati qualche ora prima dalla sorella che non riusciva più a trovare l’uomo. Un gesto volontario quello dell’uomo, avvalorato dal rinvenimento nel suo appartamento del III Municipio Montesacro di due biglietti. Un ultimo messaggio ad amici e parenti nei quali l’uomo ha scritto: “Non ce la faccio a sopravvivere alla morte di mio figlio”. Continua a leggere dopo la foto









La tragedia ha cominciato a prendere corpo intorno alle 18:30 della scorsa Epifania quando la sorella dell’uomo, preoccupata dal fatto che il fratello non fosse in casa e non rispondesse al telefono, ha allertato la polizia. Gli agenti del Commissariato Fidene – Serpentara, che conoscevano la situazione dell’uomo dopo essere intervenuti lo scorso mese di dicembre in seguito ad un precedente tentativo di suicidio dopo aver ingerito dei farmaci. Continua a leggere dopo la foto






Hanno quindi cominciato subito le ricerche del 53enne, terminate tragicamente quando i poliziotti lo hanno trovato impiccato sulla terrazza condominiale del complesso di case popolari dove viveva. Con il medico legale che ha poi accertato la morte dell’uomo ad alcune ore prima del rinvenimento, gli agenti hanno poi trovato i biglietti d’addio nel suo appartamento con la salma del 53enne che è stata messa a disposizione dei familiari. Continua a leggere dopo la foto



 


Una storia che ci racconta, qualora ce ne fosse davvero bisogno, che si può superare tutto, ma la morte di un figlio no, quella è una di quelle vicende alle quali non si può passare sopra.

Ti potrebbe anche interessare: Muore a 17 anni di leucemia, al via il processo di beatificazione per Pierangelo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it