Basket italiano in lutto. Tobia è morto a 23 anni: stroncato da un male incurabile


Giocava col Santa Lucia Basket Roma, nazionale under 23 a Toronto nel 2017, Tobia di Monte si è spento a 23 anni. Da tempo combatteva con un sarcoma che in età giovanissima gli aveva portato via una gamba. Atleta di basket in carrozzina, è morto la scorsa notte ad appena 23 anni. Il giovane cestista, nato a Napoli ma cresciuto nel Frusinate, militava nel Basket Santa Lucia ed è stato stroncato da un male incurabile.A dare la notizia della morte di Tobia Di Monte è stata la Federazione Italiana Basket in Carrozzina (Fipac), oltre ovviamente al Santa Lucia, la formazione capitolina in cui giocava il ragazzo.

Tobia Di Monte, cresciuto ad Alatri, da bambino aveva giocato a calcio nelle giovanili del Frosinone, per poi iniziare il basket in carrozzina.Pochi mesi dopo il suo esordio, Tobia Di Monte si era guadagnato la chiamata con la nazionale italiana Under 23, con cui si era messo in mostra ai Mondiali di Toronto, in Canada. Nel momento più bello, però, il 23enne aveva scoperto di essere stato colpito da un tumore, con cui ha combattuto per oltre un anno. Il Santa Lucia Basket lo ricorda così: “Tu hai lottato con tutto te stesso, noi abbiamo sperato con tutto il nostro cuore ma stanotte sei volato via. Ti abbracciamo forte Tobia… campione di coraggio, di gentilezza e di lealtà e stringiamo a noi la tua famiglia, uniti insieme nel tuo caro ricordo. Toby… ci hai solo preceduti nel futuro, un giorno ci incontreremo di nuovo e vestiremo ancora gli stessi colori”. Continua dopo la foto.








Anche la Fipac ha salutato Tobia Di Monte con parole significative: “Prima che un atleta delle nostre nazionali, un ragazzo che aveva conquistato i nostri cuori con garbo, con educazione, con entusiasmo. Ci siamo innamorati di Tobia nel corso dei Mondiali Under 23 di Toronto, nel 2017, quando scoprimmo una persona umile ma determinata, un talento in campo, un ragazzo d’oro fuori. Un amico per tutti noi. Oggi la Nazionale in ritiro a Lanciano lo ricorda, insieme a chi lo ha allenato nel club, a chi lo ha accolto in Nazionale e nella Federazione, a chi ha condiviso con lui lo spogliatoio e il campo. Il presidente Fernando Zappile, il vice presidente Chiara Coltri, il segretario generale Alessia Ferri, lo staff tecnico di Carlo Di Giusto, Fabio Castellucci e Roberto Ceriscioli, lo staff medico-sanitario, gli azzurri, la Fipic tutta, saluta Tobia e si stringe attorno alla famiglia in questo momento di immenso dolore”. Continua dopo la foto.






Tobia di Monte si è spento a 23 anni: ha perso la sua battaglia contro il sarcoma che lo aveva colpito.Il tumore lo aveva colpito giovanissimo portandogli via una gamba, per questo dal 2016 aveva iniziato a giocare a basket in carrozzina, lui che sin da piccolo era una promessa del Frosinone calcio. Al Santa Lucia era molto amato: “Come un amico – dice uno dei veterani  della formazione romana Matteo Cavagnini a Repubblica – perché oltre ad essere bravissimo nel gioco era una persona genuina e dolcissima che sapeva parlare con gli adulti ed i ragazzini“. Continua dopo la foto.



Tobia è stato per tutto un valido esempio di coraggio e di tenacia. Ha saputo dimostrato che la tenacia, spesso, riesce ad allontanare la paura di non farcela e riuscire, nonostante le difficoltà, a guardare al futuro con lo sguardo di chi sa che la vita è un dono, a prescindere da ciò che si incontra lungo il percorso. Fino ai suoi 23 anni Tobia ha lottato, sfidando il suo stesso corpo, consapevole che lo spirito, se incoraggiato, riesce a vincere su tutto.

Sport italiano in lutto. 3 volte campione del mondo, si è arreso alla malattia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it