Dario muore alla Vigilia: la vita della promessa dello sport finita a 16 anni


Il Natale non risparmia le tragedie. È avvenuto nella notte, quando Dario D’Alessandro si schianta e muore. Un urto terribile e fatale: per il 16enne, promessa del nuoto pinnato e già convocato in Nazionale, non c’è stato nulla da fare. E’ successo nella notte, a Capezzano Pianore nei pressi del Cavanis: Dario stava viaggiando sul suo scooter al ritorno da un locale di Pietrasanta quando, per cause in via di accertamento, è finito contro un muro.

E’ finito con lo scooter contro un muro, perdendo la vita la notte di Natale. Un drammatico incidente ha spezzato all’improvviso i sogni di un giovanissimo ma talentuoso atleta, campione di nuoto pinnato: a soli 16 anni è morto Dario D’Alessandro, nuotatore del Kama Sub Camaiore. E’ rimasto ucciso in un drammatico incidente stradale avvenuto attorno alle 2,30 di stanotte, mentre stava rientrando a casa dopo gli auguri con gli amici. Sulla via Sarzanese, a Capezzano Pianore, ha perso il controllo dello scooter ed è andato a schiantarsi. L’impatto è stato fatale: il giovane camaiorese è morto sul colpo. Continua dopo la foto.









La centrale operativa del 118 ha inviato sul posto un’ambulanza della Misericordia di Capezzano e l’auto medica, ma per D’Alessandro non c’era niente da fare. Le ferite riportate nell’incidente sono state troppo gravi. Il ragazzo, sebbene giovanissimo, aveva già conquistato cinque titoli italiani under 18 ai campionati assoluti di nuoto. Il Kama Sub Camaiore deve al suo nome il posizionamento in classifica delle società under 18: terza nella sua categoria. Continua dopo la foto.






D’Alessandro si era imposto nei 50,100 e 200 monopinna e nell’estate scorsa era volato a Sharm El Sheik, perché convocato dalla nazionale italiana per i mondiali junior di nuoto pinnato che si sono conclusi lo scorso 4 agosto. Prima della partenza era stato ricevuto in Comune dal sindaco Alessandro Del Dotto che gli aveva fatto il suo personale in bocca al lupo. La vita di Dario si è spenta alle 2.30 circa, e con Dario muoiono anche i suoi sogni. Continua dopo la foto.



Dario D’Alessandro era una promessa del nuoto pinnato, campione italiano under 18. È morto la scorsa notte all’età di 16 anni rimasto vittima di un incidente intorno alle 2.30, a Capezzano Pianore, frazione di Camaiore in Versilia, in provincia di Lucca. Ancora sono in corso le indagini per ricostruire le dinamiche del tragico evento, ma da quanto emerso, il ragazzo, mentre viaggiava lungo la via Sarzanese in sella allo suo scooter avrebbe prima urtato un’auto che lo precedeva e poi sarebbe finito contro un muretto. Una serata tra amici che Dario non poteva immaginare fosse l’ultima.

Tragedia di Natale, i genitori gli regalano la moto e lui muore a 1 km da casa. Luca aveva solo 17 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it