Tragedia di Roma, il figlio di un Vip alla guida dell’auto che ha ucciso Gaia e Camilla


La notizia della tragedia a Roma, che riguarda la morte delle due ragazze travolte e uccise da un’auto è sulla bocca di tutti e lascia senza parole. Le ragazze attraversavano corso Francia, strada a scorrimento veloce nella zona di Roma Nord ed erano dirette verso Ponte Milvio, uno dei quartieri della movida più frequentati al sabato sera. La pioggia ha sicuramente reso tutto ancora più difficile. Pioveva a dirotto e probabilmente le auto che correvano verso il centro della città non le hanno viste attraversare. La dinamica va ancora ricostruita.

Ripercorrendo i fatti si apprende che la tragedia è avvenuta poco dopo la mezzanotte e i corpi delle due giovani sono rimasti a lungo stesi sull’asfalto, con i ragazzi intorno disperati. Sul posto sono accorse immediatamente due ambulanze, ma i sanitari non hanno potuto che constatare il decesso delle due ragazze. La polizia stradale ha proceduto con i rilievi del caso. Non è ancora chiaro se l’investitore si sia fermato a prestare soccorso oppure se si sia dato alla fuga. Le indagini sono affidate agli agenti della Polizia Locale del Gruppo Parioli che sono giunti sul posto. C’è da dire che nella notte sulla Capitale si è abbattuta una violenta tempesta di vento. Continua dopo la foto.









Le ragazze avevano 16 anni. Gaia e Camilla, sono morte dopo essere state investite da un’auto. Chi guidava? Perché non si è fermato in tempo? Il conducente è un 20enne ed è stato sottoposto ai test per l’assunzione di alcol e droga. È stato lui stesso a essersi fermato per tentare i soccorsi. Le due giovanissime abitavano entrambe a Collina Fleming. Il ragazzo alla guida si chiama Pietro Genovese, il figlio del regista Paolo. L’ipotesi è che potesse essere al telefono al momento dell’incidente e l’apparecchio è stato sequestrato per procedere negli accertamenti. Continua dopo la foto.






La pioggia è stata complice della tragedia, che comunque poteva essere evitata. Ormai è troppo tardi e il ragazzo è pentito. La strada era bagnata dalla pioggia  e le ragazze, in procinto di attraversare la strada, sono state travolte dalla Renault Koleos di Pietro. Le due giovani sarebbero morte sul colpo con i corpi a lungo sull’asfalto bagnato. Scene di disperazione tra gli amici. Le indagini sono affidate agli agenti della Polizia Locale del Gruppo Parioli che sono giunti sul posto. I sanitari del 118, una volta arrivati sul luogo dell’impatto, non hanno potuto far altro che constatare la morte delle due ragazze. Continua dopo la foto.



Purtroppo la tragedia poteva essere evitata, ma ancora le cause che hanno spinto Pietro a non frenare o a perdere il controllo della sua auto rimangono in corso di accertamenti. Nessuna pista va esclusa e probabilmente anche Pietro contribuirà a ricostruire la vicenda che, seppur raggiungerà la chiarezza, non restituirà la vita alle giovani ragazza. Gaia e Camilla sono morte sulla strada, stese sotto la pioggia e nulla potrà colmare il vuoto che hanno lasciato nel cuore di tutti.

Falciate mentre attraversavano la strada: tragedia nel cuore di Roma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it