Forte esplosione in un appartamento: un morto e feriti


Un uomo di 70 anni è deceduto a seguito di una esplosione avvenuta in un appartamento alla periferia di Mondragone (Caserta) e altre due persone che si trovavano nell’abitazione, sono rimaste ferite. Secondo una prima ricostruzione, in attesa di conferma ufficiale, la causa sarebbe riconducibile ad una bombola del gas difettosa. A seguito dello scoppio è divampato un incendio in fase di spegnimento da parte di due squadre dei vigili del fuoco.

Il boato è stato avvertito distintamente in tutta la zona di via Alemanno, alle spalle di via Vittorio Emanuele. A darne notizia è il quotidiano online EdizioneCaserta.it. Come si legge sul giornale, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Mondragone e una pattuglia dei carabinieri del reparto territoriale della cittadina. Confermata la presenza di almeno due feriti anche se non si conoscono le loro condizioni. Testimoni sul posto riferiscono di una vittima, un uomo di circa 75 anni che abitava nella palazzina. (Continua a leggere dopo la foto)









Stando alla prima ricostruzione, come riporta il quotidiano campano l’uomo era andato a trovare il parente che recentemente era stato in ospedale quando è avvenuta l’esplosione. Dalle macerie sono già usciti il padrone di casa e la moglie, ma non l’anziano 75enne. C’è disperazione nella zona. Edizioni Caserta descrive uno uno scenario terribile, con un ferito sanguinante in volto e la casa pesantemente danneggiata dalla tremenda esplosione. Secondo le prime testimonianze l’esplosione sarebbe dovuta allo scoppio di una bombola di gas. (Continua a leggere dopo la foto)






Solo pochi giorni fa, nel Comune di Vitulazio (Caserta) si è verificata l’esplosione di una bombola di gas in una casa e un incendio nel quale hanno rischiato di perdere la vita due persone. Il bilancio finale dell’esplosione è stato pesante: quattro feriti, per fortuna tutti lievi, e quindici famiglie sgomberate. Nessuno dei feriti o intossicati ha avuto bisogno del trasporto in ospedale. (Continua a leggere dopo la foto)



 

D.G.A., 42 anni, D.R.E., 40 anni, di Capodrise e P.F., 48 anni, tutti italiani sono stati medicati sul posto. I primi due sono rimasti intossicati, il terzo si è ferito nelle concitate fasi di soccorso. Per il piccolo C.T. solo tanto spavento. Nella palazzina vivono sia famiglie italiane che extracomunitari. In totale i vigili del fuoco hanno disposto lo sgombero di 15 appartamenti per motivi di sicurezza.

“Ricoverato in ospedale”. Royal Family in apprensione: le condizioni del principe

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it