Addio Gianfranco. Trovato morto in auto il militare eroe di Nassirya


È stato trovato morto ieri sera nella sua auto a Torre Canne, Gianfranco Galizia, militare del Reggimento San Marco di Brindisi ha perso la vita a 39 anni, molto probabilmente per un infarto. I carabinieri del comando operativo di Brindisi hanno avviato le indagini per effettuare ulteriori accertamenti.

L’ufficiale era di Ostuni, molto conosciuto e amato nella città bianca. Galizia era uno dei militari feriti nell’attentato di Nassirya nel maggio 2004, quando aveva 25 anni. In quella battaglia per la base Libeccio morì il caporale Matteo Vanzan e rimasero feriti altre 16 soldati compreso il militare ostunese che riportò una ferita al braccio. Gianfranco Galizia era in forze al Reggimento San Marco di Brindisi. Non aveva mai avuto problemi di salute. (Continua a leggere dopo la foto)








È stato trovato dai carabinieri durante alcuni controlli nella zona di Torre Canne. Nel maggio 2004 rimase ferito a un braccio durante la battaglia per la difesa della base Libeccio a Nassiriya durante la guerra in Iraq. In quell’attentato morì il suo collega Matteo Vanzan, mentre altri 16 soldati italiani furono feriti. Il militare all’epoca aveva 25 anni. Il pubblico ministero della Procura di Brindisi potrebbe valutare nelle prossime ore di disporre l’autopsia. La notizia della morte del militare ha scosso la comunità di Ostuni dove l’ufficiale era conosciuto. (Continua a leggere dopo la foto)






Nell’attentato a Nassirya Matteo Vanzan rimase ucciso. In servizio come fuciliere presso il 1º Reggimento lagunari “Serenissima”, alla sua seconda missione in Iraq, era assegnato al reparto Lagunari incaricato di assistere nella protezione della sede del CPA di Nasiriyya (presso la Base Libeccio), durante gli scontri del maggio 2004 contro le milizie sciite di Muqtada al-Sadr. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Ferito gravemente da una scheggia di mortaio durante un attacco contro la Base, morì poche ore dopo all’età di 22 anni presso l’ospedale militare italiano di Tallil. Matteo Vanzan viveva a Camponogara in provincia di Venezia.

Omicidio Rosboch, Gabriele Defilippi condannato: quanti anni dovrà scontare

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it