Travolta dal crollo della palestra. Giovanna, 28 anni, è morta dopo 4 giorni di lotta


È morta Giovanna Pastoressa, la 28enne di Lauria travolta dalle macerie del crollo del tetto del palazzetto dello sport ‘Gino Alberti’. Al termine del periodo di osservazione e dopo aver valutato l’esito di tutte le procedure previste, la Commissione dell’ospedale ”San Carlo” di Potenza insediata per l’accertamento della morte cerebrale della paziente ne ha dichiarato lo stato di morte cerebrale alle ore 19.45.

Lo ha comunicato il direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera regionale ”San Carlo”, Rosario Sisto, che ha espresso a nome della Direzione generale e di tutti gli operatori ”profondo cordoglio e vicinanza ai familiari per la prematura scomparsa della loro cara figlia”. (Continua a leggere dopo la foto)








“E’ un atto di grandissima solidarietà e generosità – ha aggiunto Sisto – il consenso alla donazione degli organi che, in un momento così difficile, restituisce senso di speranza a chi avrà la fortuna di continuare a vivere grazie a questo gesto di viva umanità”. Il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi ha espresso, anche a nome della Giunta regionale, ”i sentimenti di profondo dolore e di vicinanza alla famiglia di Giovanna Pastoressa”. (Continua a leggere dopo la foto)






Giovanna Pastoressa si stava allenando insieme ad altre sette persone nella palestra accanto al palazzetto dello sport di Lauria, la Cam Sport e Salute, su cui sono precipitati i detriti caduti tetto del PalAlberti. Ricoverata inizialmente all’ospedale di Lagonegro, la 28enne era stata successivamente trasferta in quello di Potenza, dove era stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. I funerali della donna si terranno domani mercoledì 18 dicembre alle 11.30 nella chiesa di San Giacomo Apostolo. Il sindaco di Lauria, Angelo Lamboglia, ha annunciato su Facebook di aver firmato il decreto per il lutto cittadino. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Come comunità, segnata e sconvolta dagli eventi dello scorso venerdì 13 raccogliamoci intorno al dolore che ha colpito la famiglia Pastoressa per la perdita della cara Giovanna – ha affermato Lamboglia in una nota – Abbiamo tutti sperato in un diverso epilogo ma purtroppo la triste notizia ha dissolto ogni aspettativa. Che il tuo sorriso e la tua vitalità possano essere da riferimento per noi tutti. Buon viaggio guerriera spartana”.

Miss Mondo 2019, ecco la vincitrice. Ma la reazione (virale) della ‘perdente’ Miss Nigeria (arrivata seconda) spiazza tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it