La terra trema ancora: due scosse nella notte. Scuole chiuse a Benevento


La terra in Italia trama ancora. Due nuove scosse di terremoto, in rapida sequenza, sono state registrate nella serata del 16 dicembre, a partire dalle 20.33, in provincia di Benevento, dove da giorni è in atto uno sciame sismico. La prima è stata rilevata dall’Ingv con epicentro a San Leucio del Sannio, magnitudo 2.2 e profondità di circa 7.6 chilometri; quella successiva, con magnitudo 2.5, ha avuto come epicentro Ceppaloni.

Le istituzioni non sono rimaste ferme e il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, a seguito delle risultanze delle riunioni del Centro di Coordinamento dei Soccorsi della Prefettura (CCS) e del Centro Operativo Comunale (COC) tenutesi questo pomeriggio, ha disposto in via precauzionale la chiusura di tutte le scuole cittadine anche per la giornata di domani, 17 dicembre, al fine di consentire il completamento delle operazioni di verifica in atto negli istituti scolastici a seguito dello sciame sismico registratosi oggi in città. Continua a leggere dopo la foto









Saranno, invece, regolarmente aperti gli uffici comunali poiché dalle verifiche effettuate questo pomeriggio non sono risultati danni alle strutture. In ogni caso il Centro Operativo Comunale continuerà a monitorare costantemente la situazione, pronto a mettere in atto le misure previste dal Piano Comunale di Protezione Civile nel caso di allarme sismico. Continua a leggere dopo la foto






L’elenco delle aree di attesa e delle aree di accoglienza in caso di allarme sismico è consultabile sul sito (www.comune.benevento.it) e sulla pagina Facebook (www.facebook.com/ComunediBenevento) del Comune; chiamando il numero verde 800 029144 è possibile iscriversi gratuitamente al servizio “Sindaci in contatto” che provvede ad avvisare telefonicamente i cittadini in caso allerta. Continua a leggere dopo la foto



 


Molta gente si e’ riversata in strada anche a Ceppaloni e a San Lucio Del Sannio, dove il terremoto si sta facendo sentire ormai da alcune settimane, dopo le scosse più forti del 25 novembre scorso. Per gli abitanti non resta altro che sperare che lo sciame sia finito.

Ti potrebbe anche interessare: Lutto atroce nel mondo dello sport. Il cuore di Alessio si è fermato in campo. Aveva solo 37 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it