Ilaria Cucchi in ospedale. La sorella di Stefano è stata colpita da un malore


Sabato 14 dicembre, Ilaria Cucchi, colta da un malore, è stata ricoverata. Dopo la morte del fratello Stefano, Ilaria Cucchi è diventata popolare in tutta Italia per il suo essere guerriera, in cerca di giustizia e di riscatto per la scomparsa del giovane fratello, morto nel 2009 dopo essere stato picchiato da alcuni carabinieri che lo avevano arrestato.

Il 22 novembre due carabinieri sono stati condannati e per Ilaria e la sua famiglia è stata fatta giustizia. “Oggi ho mantenuto la promessa fatta a Stefano dieci anni fa quando l’ho visto morto sul tavolo dell’obitorio. A mio fratello dissi: ‘Stefano ti giuro che non finisce qua’. Abbiamo affrontato tanti momenti difficili, siamo caduti e ci siamo rialzati, ma oggi giustizia è stata fatta e Stefano, forse, potrà riposare in pace”, aveva detto commentando la sentenza. (Continua a leggere dopo la foto)









“Ci sono voluti 10 anni e chi è stato al nostro fianco ogni giorno sa benissimo quanta strada abbiamo dovuto fare. Ringrazio tutti coloro che non ci hanno abbandonato e ci hanno creduto, assieme a noi”, aveva aggiunto ringraziando “tutti gli uomini perbene delle forze dell’ordine”. “Un po’ di stress e disidratazione ma sono già fuori e sto bene. Ringrazio davvero tutti per l’affetto”, ha scritto Ilaria Cucchi rassicurando sulle sue condizioni di salute dopo un malore accusato sabato mentre si trovava a Bergamo, dove ha fatto tappa per la presentazione del libro “Il coraggio e l’amore”. “Grazie di cuore agli angeli del 118 di Bergamo – ha scritto su Facebook l’avvocato Fabio Anselmo, pubblicando la foto della compagna in ospedale -. Torneremo presto io ed Ilaria. Bergamo e la sua gente sono meravigliosi”. (Continua a leggere dopo la foto)






Quello di Stefano Cucchi è uno dei casi più complicati di cronaca giudiziaria. Sulla vicenda ci sono stati 8 processi. Stefano Cucchi viene fermato dai carabinieri all’ingresso del Parco degli Acquedotti, a Roma, perché trovato in possesso di circa 30 grammi di sostanza stupefacente. Cucchi muore al reparto protetto dell’ospedale Sandro Pertini. Inizia il primo procedimento penale. La famiglia di Cucchi diffonde alcune immagini choc del cadavere del giovane scattate in obitorio. Stefano appare eccessivamente magro: al momento del decesso pesa solo 43 chili. Vengono rinviati a giudizio sei medici, tre infermieri e tre agenti della penitenziaria. (Continua a leggere dopo la foto)



 

14 novembre 2019 – I giudici della prima Corte di Assise di Roma condannano con l’accusa di omicidio preterintenzionale i carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro; assoluzione ‘per non aver commesso il fatto’ invece per il militare dell’Arma Francesco Tedesco, unico imputato presente in aula. Condanna a 3 anni e 8 mesi per il maresciallo Roberto Mandolini e a 2 anni e mezzo per Tedesco, entrambi per l’accusa di falso. Assolti, invece, Vincenzo Nicolardi, Tedesco e Mandolini dall’accusa di calunnia.

“Lo hai fatto per tuo figlio!”. Poliziotto muore dopo aver corso la maratona: aveva solo 37 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it