“È una strage!”. Cinque morti nella notte, 4 hanno tra i 20 e i 25 anni


La strada continua a portare via altre vite. Le ennesime tragedie stradali, due nella stessa notte: a Noventa di Piave, dove in un frontale, alle 2 di notte in via Martiri delle Foibe, sono morti 3 giovani. Ancora sconosciute le identità delle vittime. E un secondo incidente, sempre frontale, alle 22 a San Gregorio di Veronella, in cui hanno perso la vita due donne romene.

Nella stessa notte, la strada non ha risparmiato la vita di altri giovani. Il bilancio più grave si riscontra a Noventa di Piave. Qui, un frontale ha portato alla morte tre giovani: una ragazza di 25 anni, G.B., l’amica di 24, entrambe di Eraclea, e un ragazzo trevigiano, di 20 anni, M.G., residente a Salgareda. Il secondo incidente stradale, sempre frontale, a San Gregorio di Veronella, ha il bilancio di due morti: due donne romene, di 28 e 52 anni. Gravissimo il giovane di Albaredo. Continua dopo la foto.









Nel secondo caso, erano circa le 22 quando due auto si sono scontrate frontalmente in centro paese: una Golf ed una Peugeot 206 con quest’ultima capottata. Le cause sono al vaglio della polizia stradale. Sul posto i vigili del fuoco che hanno lavorato a lungo per estrarre i corpi dalle vetture. La situazione in cui versano le autovetture lasciano immaginare la gravità dello scontro infatti le due donne perdono la vita sul colpo. Continua dopo la foto.






Secondo quanto riportato da ADN Kronos nei due mesi di ottobre e novembre sono stati registrati 79 incidenti gravi, nei quali sono morti 50 giovani e 166 sono rimasti feriti. I dati sono forniti dall’Osservatorio Asaps sulle ‘Stragi del sabato sera’: “Nei primi 3 fine settimana di ottobre 2019, nelle 16 ore maledette che vanno dalle 22 del venerdì alle 6 del sabato e dalle 22 del sabato alle 6 della domenica – si spiega -, l’Osservatorio dell’Asaps aveva già registrato 27 incidenti importanti (solo quelli con vittime e feriti gravi), col coinvolgimento di giovani e con conducenti sotto i 40 anni. Continua dopo la foto.



Nei 27 schianti purtroppo si sono contati 24 morti e 46 feriti. Nel primo fine settimana (5-6 ottobre) sono stati registrati 9 incidenti che hanno causato 8 vittime e 23 feriti. Nel secondo fine settimana (12 – 13 ottobre) sono stati registrati ancora 9 incidenti che hanno causato 11 morti e 11 feriti. Nel terzo fine settimana (19 –20 ottobre) sono stati registrati sempre 9 incidenti che hanno causato 5 morti e 12 feriti. Dei 27 incidenti delle notti del fine settimana, 8 sono avvenuti al nord, 8 al centro e ben 11 al sud di cui tutti e tre plurimortali: due con 4 vittime e 1 con due, a dimostrazione che i timori avanzati dall’Asaps di un coinvolgimento sempre più importante delle regioni del Sud nello “stragismo stradale” delle notti del fine settimana, erano assolutamente fondati”. Continua dopo la foto.

Purtroppo i dati sono sconcertanti e dovrebbero fare riflettere: “I dati di novembre sono stati solo un po’ meno negativi 23 vittime mortali e 99 feriti – prosegue – Il dato complessivo dei due mesi secondo l’Osservatorio Asaps ci indica 79 incidenti gravi (35 al nord, 20 al centro e 24 al sud nei quali sono morti 50 ragazzi e 166 sono rimasti gravemente feriti. E il primo fine settimana di dicembre ha confermato una situazione di rischio elevato”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it