“Sua madre è morta”. E il figlio 40enne si getta dall’ultimo piano dell’ospedale


Aveva appena 40 anni l’uomo che questa mattina all’ospedale San Martino di Genova. Dopo aver avuto notizia della morte della madre, il ragazzo genovese non ha retto al dolore e si è tolto la vita. L’uomo, che avrebbe avuto problemi psichiatrici, è venuto a conoscenza del decesso del genitore ed ha raggiunto la parte posteriore del monoblocco, lanciandosi dal dodicesimo piano in una zona alla quale hanno accesso solo i mezzi dell’ospedale. La madre era morta questa mattina dopo essere stata ricoverata d’urgenza nel pronto soccorso del policlinico.

La donna era arrivata in ospedale in coma, già in condizioni disperate. Alle 8.30 il decesso. Quando i medici gli hanno comunicato quanto accaduto, il 40enne ha perso la testa, è salito all’ultimo piano del monoblocco e si è gettato nel vuoto. Nello stesso giorno un uomo, dopo aver litigato con la sua fidanzata si è lanciato dalla finestra, dal quinto piano di un palazzo di via Trossarelli, a Struppa. Continua a leggere dopo la foto









Il fatto è accaduto alle 19.30. La fortuna di un trentenne è stata quella di cadere solo per due piani e finire sul terrazzo di un inquilino del terzo piano. Soccorso in codice rosso dai medici del 118, l’uomo è poi stato trasferito d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Martino. Ma per i sanitari ha molte ferite e fratture ma non è in pericolo di vita. Continua a leggere dopo la foto






Sul posto ad avviare le indagini per ricostruire la dinamica del fatto sono giunti gli agenti delle volanti: i poliziotti hanno ascoltato i testimoni che hanno visto il giovane lanciarsi nel vuoto. In un primo momento erano state ventilate anche altre ipotesi come quella che il trentenne non si fosse lanciato volontariamente nel vuoto, ma i primi accertamenti hanno escluso questa ed altre possibilità. Continua a leggere dopo la foto



 


Due eventi apparante simili così lontani uno dall’altro. Di entrambi i casi si sa poco e niente, solo che i due soggetti che si sono lanciati volevano far la finita e che probabilmente soffrivano di patologie psicologiche relative allo spettro della depressione.

Ti potrebbe anche interessare: Lo schianto in auto e per lei non c’è stato nulla da fare. Elisa aveva 35 anni: si sarebbe dovuta sposare a settembre

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it