Omicidio Luca Sacchi, l’assassino rompe il silenzio e confessa tutto: “È andata così”


Nel carcere di Regina Coeli, chiuso in cella, Valerio Del Grosso – pasticcere 21enne di Casal Monastero, accusato dell’omicidio di Luca Sacchi – ha avuto il tempo di pensare e scegliere, alla fine, di parlare. Il silenzio sarà messo da parte e lui risponderà alle domande nel secondo interrogatorio che sosterrà nel pomeriggio dopo gli ultimi arresti compiuti dai carabinieri del Nucleo investigativo venerdì scorso. Del Grosso potrebbe fornire elementi utili a capire chi c’era dietro il giro di droga.

Davanti al gip di Roma Valerio Del Grosso ha parlato. “Non volevo uccidere nessuno, era la prima volta che prendevo un’arma in mano”, ha detto in una dichiarazione spontanea nel corso del nuovo interrogatorio di garanzia nel carcere di Regina Coeli. Del Grosso, accusato di concorso in omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere così come Paolo Pirino anche lui in carcere per l’omicidio del ventiquattrenne, poi, dopo 40 giorni di silenzio ha deciso di raccontare qualche dettaglio dell’omicidio, legato a un giro di traffico di droga.   (Continua a leggere dopo la foto)







È stato De Propris ad aver fornito ai killer la pistola, utilizzata poi per uccidere Sacchi.  Princi, ex compagno di scuola della vittima, è contestato il tentativo di acquisto di 15 chili di droga insieme a Anastasia  Kylemnyk, sottoposta all’obbligo di firma, che sarà interrogata domani. “Princi è addolorato per la morte del suo amico Luca, a cui era legato. Per lui è stata una vicenda dolorosissima” ha detto l’avvocato Massimo Pineschi, difensore di Giovanni Princi che ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere nel corso dell’interrogatorio di garanzia. (Continua a leggere dopo la foto)






“So che anche i genitori di Princi sono sconvolti per quanto accaduto. Il mio assistito è scosso, è alla sua prima esperienza detentiva, potete immaginare come sta”, ha aggiunto il difensore. “Valuteremo il ricorso al Riesame dopo avere letto tutti gli atti”. Anche l’altro arrestato Marcello De Propris, accusato di concorso in omicidio per aver fornito l’arma, non ha risposto al gip. (Continua a leggere dopo la foto)



 

A Princi, pregiudicato e amico di infanzia di Sacchi, è contestato il tentativo di acquisto di un ingente quantitativo di droga. Stessa accusa mossa ad Anastasia, fidanzata di Luca, che verrà ascoltata domani da gip. Il giudice Costantino De Robbio ascolterà oggi anche Del Grosso e Pirino raggiunti venerdì scorso da una nuova ordinanza di custodia in carcere.

Omicidio Luca Sacchi, dopo Anastasiya spunta un’altra donna: chi è Clementina

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it